Circolo PD. «Ma la “sanificazione” non si potrebbe fare in ore serali?»

Ecco il testo della mail inviata al Sindaco

“Questa mattina è stata effettuata la “sanificazione” in alcune strade urbane, in orario ed in zone in cui vi era presenza di persone per fare la spesa. Abbiamo registrato che ciò ha procurato fastidio e preoccupazione.

Ora, non sappiamo se la sanificazione delle strade è utile oppure no, ai fini del contrasto della diffusione del coronavirus. Prendiamo atto che la giunta comunale l’ha disposta.
L’Istituto Superiore di Sanità con parere del 18 marzo 2020 ha fornito indicazioni generali sulla disinfezione degli ambienti esterni e utilizzo di disinfettanti (ipoclorito di sodio) su superfici stradali e pavimentazione urbana per la prevenzione della trasmissione dell’infezione. In tale parere è stato affrontato il tema del lavaggio (pulizia con detergenti) e della disinfezione stradale e delle pavimentazioni urbane, sul quale, nel confermare l’opportunità di procedere alla ordinaria pulizia delle strade con saponi/detergenti convenzionali, assicurando tuttavia di evitare la produzione di polveri e aerosol, valuta la “disinfezione” quale misura la cui utilità non è accertata, in relazione alla trasmissione del coronavirus.

Il consiglio nazionale del sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente ha condiviso la considerazione dell’Istituto Superiore di Sanità ed ha approvato un documento di indirizzo (che alleghiamo in uno alla presente), nel quale ha affermato “che le superfici esterne – quali strade, piazze, prati – non devono essere ripetutamente cosparse con disinfettanti poiché ciò potrebbe comportare inquinamento ambientale e dovrebbe essere evitato”. E, continuando, ha affermato
che “nel caso in cui le autorità locali ritengano comunque necessario, per le finalità di tutela della salute pubblica, l’utilizzo di ipoclorito di sodio nelle pratiche di pulizia delle superfici stradali e pavimentazione urbana, tale utilizzo, alle condizioni sottoelencate, dovrebbero intendersi esclusivamente come integrativo e non sostitutivo delle modalità convenzionali di pulizia stradale e limitato a interventi straordinari.”.

Ora, sappiamo che quello che è irrorato sarebbe un misto di acqua e cloro e non è ipoclorito di sodio, ma non è neanche modalità convenzionale di pulizia stradale. Perciò, la invitiamo a prendere in esame il documento di indirizzo approvato dal consiglio nazionale del sistema nazionale per la protezione ambientale ed ha disporre la pulizia stradale, in sostituzione dell’attuale modalità di “sanificazione”. E
comunque qualsiasi attività si dovrebbe svolgere in ore serali o notturne, come indicato del documento più volte richiamato.”

Castelbuono, 4 aprile 2020
Il coordinamento del Circolo PD

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.