Città e Territorio. Possibile una Class Action a tutela dei diritti dei proprietari dei lotti in aree CT1

Gentili Concittadini,

L’associazione “Città e Territorio” si è prefissa, da oltre sei mesi, l’obiettivo di favorire la soluzione delle problematiche riguardanti la possibilità di costruire direttamente (cioè senza lo strumento del Piano di lottizzazione) i lotti “interclusi” all’interno delle aree omogenee di espansione residenziali stagionali denominate “CT1” avviando un dialogo sia con l’Amministrazione Comunale che con l’Ufficio Tecnico e promuovendo, anche, un incontro pubblico con i progettisti del PRG lo scorso 29 giugno.

Proprio a conclusione di tale incontro era stato individuato un percorso condiviso e si era concordato con l’Amministrazione Comunale la convocazione di tavoli tecnici, aventi la finalità di dettare le linee guida per consentire, appunto, il rilascio dei permessi di Costruire – laddove possibile – per i lotti interclusi delle zone ”CT1”.

Ad oggi questo percorso virtuoso, iniziatosi lo scorso settembre, si è arenato e questa Associazione non può che constatarne il fallimento, denunziando la paradossale situazione che, attualmente, investe i proprietari dei fondi aventi tali caratteristiche i quali sono obbligati a corrispondere al Comune l’IMU, sulla presunta valenza edificatoria di tali terreni, senza però potervi – realmente – costruire, anche avendo superfici di poco inferiori ai mq.10.000 mentre – nelle medesime condizioni – chiunque abbia un terreno agricolo di pari dimensioni può senz’altro costruirvi – senza avere l’onere di dovere corrispondere annualmente imposte o IMU a chicchessia.

Tale condizione è – a nostro giudizio – palesemente ingiusta, coercitiva e discriminatoria dello “Jus Aedificandi” del contribuente e ritenendo di non potere continuare a condividere questa stortura impositiva, si è pervenuti alla determinazione di incaricare un legale, affinché valuti la possibilità di porre in essere una “CLASS ACTION” finalizzata a tutelare i diritti dei cittadini che ritenessero, come noi, ingiusto pagare dei tributi per un diritto solamente cartaceo.
CASTELBUONO 27/11/2013

L’ASSOCIAZIONE

“CITTA’ e TERRITORIO”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.