Comune. In arrivo per tutti i cittadini i mastelli per la raccolta differenziata urbana

Stiamo lavorando insieme alla Castelbuono Ambiente per la scelta dei mastelli per la raccolta differenziata urbana. I contenitori verranno distribuiti entro Natale a tutti i cittadini di Castelbuono. Abbiamo iniziato questo percorso già lo scorso anno, fornendo il municipio, le scuole, i musei e tutte le strutture comunali di mastelli (carta e plastica), ottenendo risultati molto positivi ed interessanti, avviando, così, un percorso interno di raccolta differenziata degli uffici e delle strutture.
Abbiamo inoltre fornito, quest’anno, alle attività ristorative extraurbane, gli appositi contenitori per favorire al meglio la separazione dei materiali da differenziare durante la settimana. 

Adesso distribuiremo a tutti i cittadini i contenitori per la differenziata, inziando da quelli dell’umido, al fine di dare più decoro alle vie del nostro paese, eliminando, così, dalle strade la presenza di sacchetti di rifiuti appesi, e poco igienici.
Chiaramente il percorso di investimento non finirà qui. Cercheremo sempre più di migliorare il decoro e la presentazione del nostro bel paese, sfruttando le potenzialità di ciò che può essere una risorsa o un problema per i cittadini e per chi la gestisce.
Crediamo fortemente in questo progetto: tutti i cestini o mastelli, saranno dotati di codice QR o codice a barre in modo tale da poter essere riconoscibili in caso di furto o errata raccolta differenziata. 
Il nostro intento è quello di avere una Castelbuono sempre più pulita e una Castelbuono sempre più green.
Nei prossimi giorni vi parleremo dei progetti che stiamo portando avanti con “adotta un’aiuola” e “adotta una fontana”. 

L’assessore all’ambiente
Dario Guarcello

1 commento

  1. BENE L’ACQUISTO DEI MASTELLI. E TUTTO IL RESTO?
    L’anticipazione della fornitura di mastelli a tutti i cittadini di Castebuono è una buona notizia. Ma tutto il resto quando? Innanzi tutto si dovrebbe cambiare l’ordinanza sindacale dello scorso 11 settembre, con la quale è stato imposto ai cittadini fuori dal centro urbano di acquistare n. 5 contenitori/bidoni da Lt 120/240 da posizionare davanti l’ingresso della proprietà, pena una sanzione amministrativa da € 25 ad € 500. Sembrerebbe, infatti, una disparità di trattamento con i cittadini del centro urbano che riceveranno i mastelli gratuitamente. Peraltro, di dimensioni più piccole e meno impattanti rispetto ai 5 bidoni di circa un metro d’altezza schierati davanti l’ingresso di casa!
    Poi, resta la questione dell’attuazione del piano approvato dalla giunta comunale lo scorso 4 luglio, che prevede che il consiglio comunale trovi soluzioni alla proroga dei contratti alle cooperative sociali con la stabilizzazione dei lavoratori, con la suddivisione del servizio in più lotti e l’affidamento all’esterno del servizio. Peraltro, sarebbe il tempo che i cittadini conoscessero le reali volontà in ordine alla messa in liquidazione della società Castelbuono Ambiente, dato che dal mese di giugno l’amministrazione ha anticipato la volontà di affidare il servizio alla società comunale delle alte Madonie. Non sarebbe il caso che il consiglio comunale affrontasse la questione, essendo peraltro l’organismo che dovrà assumere le decisioni?
    Ed ancora che fine ha fatto il piano di investimenti previsto dalla Castelbuono Ambiente ed approvato dalla giunta comunale per l’acquisto di mezzi, attrezzature, per il sito internet, per iniziative di comunicazione, per avviare la tariffa puntuale?
    Ecco, abbiamo ricordato solo alcuni degli impegni assunti e sui quali i cittadini castelbuonesi avrebbe diritto di sapere e l’amministrazione comunale il dovere di sciogliere le contraddizioni in essere.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.