Concluso il progetto “Una mano per dire basta – Contro tutte le violenze alle donne”.

CGP_7479 (1)Si è concluso con un applauditissimo concerto della cantautrice palermitana Lucina Lanzara, che ha cantato e raccontato Fabrizio De Andrè, il progetto ideato dal Rotary Club Palermo Baia Dei Fenici e sostenuto dalle Associazioni Zonta e Onde “Una mano per dire basta – Contro tutte le violenze alle donne”.
Lungo il suo percorso, iniziato un anno fa, il progetto ha visto il convolgimento di centinaia di studenti, che, grazie anche all’ausilio di un opuscolo, sono stati formati e informati sulle più svariate ipotesi di violenza alle donne sia in casa e sia nei rapporti sociali in genere.
In particolare, hanno partecipato gli studenti del Liceo Don Bosco di Palermo, dell’Istituto Tecnico Rutelli del capoluogo e i ragazzi del Liceo Luigi Failla Tedaldi di Castelbuono, dei quali, una rappresentanza, ha voluto essere presente alla serata ammaliati dalla voce di Lucina Lanzara.
Particolarmente soddisfatti i presidentei delle tre associazioni organizzatrici per il raggiungimento di un grande risultato di soldiarietà, considerato che il ricavato della serata è andato all’associazione “Le Onde”, che gestisce il centro antiviolenza di Palermo.
“E’ stata una iniziativa esaltante -ha detto Tommaso Raimondo, Presidente del Rotary Club Palermo Baia Dei Fenici- poiché ha visto la grande sinergia tra le tre associazioni che hanno creduto fino in fondo in questo progetto”.
“Devo ringraziare -ha aggiunto Maria Grazia Patronaggio, Presidente de “Le Onde”- tutti coloro che con la loro partecipazione hanno sostenuto l’iniziativa, che contribuirà a dare una mano -nel vero senso della parola- agli sforzi che affrontiamo giornalmente in favore delle tante donne vittime di violenze”.
“Davvero una bella esperienza -ha affermato Chiara Donà Delle Rose, Presidente dell’Associazione Zonta International- che ci ha consentito di essere presenti anche nelle scuole per educare i giovani e prepararli ad affrontare problematiche sempre più frequenti nella società in cui viviamo”.
Particolarmente gradita è stata la partecipazione alla serata conclusiva del Governatore Distrettuale del Rotary International, Francesco Milazzo, il quale ha voluto sottolineare, nel corso del suo intervento, “il sostegno che il Rotary da sempre assicura per iniziative di rilevante interesse sociale, specie quando tali iniziative nascono da sinergia con altre autorevoli associazioni operanti sul territorio”.
“E’ auspicabile -ha concuso Tommaso Raimondo- che l’iniziativa non si concluda con l’anno rotariano in corso, ma che abbia un seguito, possibilmente con un progetto distrettuale, che possa così dare continuità al lavoro fin qui svolto.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.