?Conseguenze del parlare come Spongebob.?

A Palermo, un ragazzo di 21 anni ha travolto con la propria vettura un bambino e poi, preso dal panico, ? scappato di corsa, ma alcuni chilometri dopo, assalito dai sensi di colpa, si ? gettato da un ponte a bordo strada, morendo all’istante. Il bambino investito, trasferito subito in ospedale, risulta fuori pericolo di morte. Un destino beffardo per il giovane palermitano, la cui vita si ? spenta all’improvviso per una casualit? e se vogliamo anche senza una valida ragione. Gandhi diceva “vivi ogni giorno come se dovesse essere l’ultimo, impara come se dovessi vivere per sempre”. Alla luce di questo episodio e di altre situazioni estreme che mi hanno coinvolto in questi giorni di vacanza all’estero, mi tornano davvero utili le parole del Mahatma. La vita ? un continuo susseguirsi di sorprese e di occasioni per migliorare. Questione di farne buon uso.

I colleghi di lavoro la prendevano in giro per la sua voce simile a quella di Spongebob, la simpatica spugna gialla protagonista di un cartone animato, e lei, Lucia Faithful, brasiliana, si ? rivolta al tribunale ottenendo un risarcimento danni di 142 mila Sterline (pari a 163 mila Euro). Le motivazioni del giudizio sono i soprusi e le ridicolizzazioni subite in un anno e mezzo passato a lavorare all’AXA, societ? d’assicurazioni britannica. I colleghi sono arrivati persino a registrare la sua voce per poi prenderla in giro, imitandola. Lei nel frattempo ha subito disturbi post-traumatici da stress e depressione. La bravata dei colleghi inglesi ? costata cara all’AXA che nel frattempo si dichiara delusa per l’accaduto, considerandosi un’organizzazione che ha da sempre avuto cara la questione del rispetto della persona e della salubrit? dell’ambiente di lavoro. Spinto dalla curiosit?, mi sono informato a proposito di Spongebob e a quanto pare questa spugna ha una voce particolare con accento carioca e tonalit? stridula. Non lo sapevo. La somiglianza della propria voce con quella del cartone animato americano, molto seguito in Inghilterra, ? stato un incubo per la ragazza brasiliana ma adesso forse la render? felice per il mega rimborso ottenuto e magari potr? scegliersi un altro lavoro, in qualche altra parte del mondo, un posto dove gli assicuratori non guardano i cartoni animati.

Per oggi ? tutto, appuntamento a Gioved? prossimo.

?Oltre Fiumara ? Rubrica settimanale che apre uno spiraglio tra le cinta murarie del borgo, per far passare qualche notizia fuori dal comune.?