Consiglio comunale. Il consigliere Sottile interviene sulle incompatibilità consiliari

Ieri sera durante la seduta del consiglio comunale il consigliere Sottile nel suo intervento iniziale, dopo aver fatto gli auguri al nuovo parroco Don Marcello Franco e ringraziato don Mimmo Sideli per l’impegno profuso in questi anni nella comunità di Castelbuono, ha posto l’attenzione sull’incompatibilità di carica tra il neo assessore Bonomo e il figlio consigliere,  lasciando alla maggioranza le valutazioni necessarie che sicuramente vanno fatte per correggere lo scivolone commesso, così come poi ha ammesso lo stesso sindaco.

Sulla scia del ragionamento dell’incompatibilità, seppur non legale come evidenziato dal consigliere, ha rivolto un invito alla consigliere Conoscenti, auspicando le dimissioni della stessa, evidenziando come il consiglio comunale sia il luogo della libertà di pensiero e di azione, e il fatto di esser legata al sindaco come compagno di vita, lascia quella posizione condizionata e non libera. Un’incompatibilità morale e non legale. La famiglia è un valore fondamentale ma non in consiglio comunale.

Il ragionamento esposto, sottolinea il consigliere, è legato al ruolo di rappresentanza a cui gli elettori ci hanno chiamato, che impone dunque il sottolineare in aula quello che la comunità vuole, dando voce a chi non ha voce. Conclude dicendo che l’invito rivolto qual’ora accettato sarebbe un segnale di maturità da parte del consiglio comunale, importante per il paese.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.