Consulenze, verrà chiesto il rinvio a giudizio. Polizzotto: ?Non so cosa voglia fare il pm?

[SI24.IT – Gabriele Ruggieri e Giuseppe Spallino] Sarà chiesto il rinvio a giudizio per tutti i soggetti coinvolti nell?inchiesta sulle consulenze legali all?ospedale Cervello di Palermo. Sembra questa la richiesta che sarà fatta dal pm Gaetano Paci nell?udienza preliminare che dovrà essere convocata sul caso.

Tra gli indagati spicca il nome di Stefano Polizzotto, l?ex capo della segreteria tecnica del governatore Rosario Crocetta. L?indagine venne aperta l?anno scorso in seguito alla denuncia dei nuovi vertici amministrativi del Cervello. Polizzotto fu nominato consulente legale dell?azienda ospedaliera nel 2003, vista l?assenza del dirigente dell?ufficio Affari legali e generali, che sarà poi nominato il 31 luglio del 2008.

Nonostante ciò, tuttavia, l?incarico di Polizzotto venne prorogato. Sarebbe toccato all?allora direttore generale Francesco Falgares revocare la proroga dell?incarico a Polizzotto, ma non lo fece, anzi, nel 2009 firmò un nuovo contratto con il parere favorevole del direttore amministrativo e di quello sanitario.

La decisione fruttò a Polizzotto un vantaggio patrimoniale, per gli inquirenti illegittimo, di 82 mila euro per quel biennio di consulenza. L?incarico fu poi revocato nel 2010 dal nuovo direttore generale del Cervello, Salvatore La Rosa, succeduto a Falgares.

Si arriva così all?avviso di conclusione delle indagini, notificato all?inizio dell?estate, oltre che a Polizzotto e a Falgares, anche a Roberto Colletti, ex direttore amministrativo, e Giuseppe Ferrara, ex direttore sanitario. Adesso sembra che il pm Paci vorrebbe richiedere il processo per tutti i coinvolti, ma la vicenda è ancora alle prime battute. Gli indagati, infatti, dovranno essere ancora interrogati o presentare memorie per sostenere la loro versione dei fatti, che potrebbe cambiare le carte in tavola.

Polizzotto, dal canto suo, commenta così un eventuale rinvio a giudizio: ?Non ho idea di che cosa voglia fare il pm. Io sono serenissimo e aspetto?. L?udienza preliminare è stata fissata il 29 ottobre davanti al gup Piergiorgio Morosini.

10