Sabato 27 marzo intitolazione dell’aula consiliare al sen. Carollo e convegno sul ruolo della DC

A causa della pandemia molte attività culturali come i convegni non si possono più svolgere in presenza, o si possono svolgere con la presenza ridotta del pubblico. 

Nel contempo però non si possono bloccare le attività sociali e culturali di una comunità, di un popolo che da sempre ha avuto un’attenzione particolare al dibattito politico e al confronto delle idee. 

Forti di questa tradizione, l’Amministrazione Comunale di Castelbuono, il 21 Gennaio u.s. ha voluto ricordare i 100 anni della nascita del Partito Comunista con un ricco e apprezzato dibattito svoltosi sulla pagina Facebook del Comune. 

Sabato 27 Marzo sempre sulla pagina FB del Comune si discuterà, cogliendo l’occasione della titolazione dall’Aula Consiliare al Sindaco Vincenzo Carollo, che è stato pure Presidente della Regione Siciliana e Senatore della Repubblica, sul dibattito de “Il ruolo della Democrazia Cristiana nello sviluppo economico dell’Italia del ‘900”. 

Alle ore 17:00 si aprirà la diretta FB e a moderare il succitato dibattito sarà il Prof. Salvino Leone.

Interverranno da remoto: il Prof. Rino La Placa, ex Deputato regionale della Democrazia Cristiana con il seguente argomento “In ricordo del Senatore Vincenzo Carollo e testimonianza del periodo politico”, l’Arciprete e Sacerdote diocesano Ignazio Carruba, che tratterà l’argomento “Il ruolo dei preti in Sicilia secondo Rerum Novarum”, l’On.le Nino Mannino Dirigente del Partito Comunista ed ex Deputato nazionale tratterà l’argomento “I rapporti tra Democrazia Cristiana e il Partito Comunista”, l’On.le Totò Cuffaro che sarà presente presso l’Aula Consiliare insieme ai familiari del Senatore Carollo, che tratterà l’argomento “La DC: formazione e selezione della classe dirigente”. Concluderà i lavori il Sindaco Mario Cicero. 

Alle 18:30 si scoprirà la targa posta davanti l’Aula Consiliare in memoria del Sindaco Vincenzo Carollo. 

Ufficio Gab/Sindaco

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.