Convenzione con la Soprintendenza di Palermo per il deposito temporaneo e la fruizione di reperti archeologici presso il Museo Civico di Castelbuono

[Riceviamo e pubblichiamo]Con soddisfazione comunichiamo che la Giunta Municipale nella seduta del 21 novembre scorso ha approvato, portando a termine una questione aperta da diversi anni e superando la vecchia convenzione del 2011, la nuova Convenzione  tra il nostro Comune e la Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Palermo, relativa al deposito temporaneo, alla conservazione, valorizzazione e fruizione pubblica presso il Museo Civico di Castelbuono, dei reperti archeologici di proprietà della Regione Siciliana, rinvenuti negli scavi del Castello effettuati negli anni 1990, 1992, 1996-1997, e più in generale in tutto il territorio di questo Comune.

Con la nuova Convenzione il Comune continuerà ad assicurare la conservazione e la custodia di reperti storici di grande importanza all’interno del Museo Civico presso il Castello di Castelbuono, inoltre è previsto che la collezione del Museo Civico potrà essere incrementata con reperti archeologici di proprietà della Regione Siciliana provenienti da future esplorazioni, sempre a condizione che il Comune continui a mantenere in piena efficienza gli impianti e i sistemi di sicurezza,  ad assicurare la presenza di un sevizio di custodia adeguato e un controllo costante dei materiali esposti.

La suddetta Convenzione prevede, altresì, che non si dovrà versare in favore dell’erario regionale il 4% sui proventi dei biglietti emessi dal Museo Civico, secondo quanto previsto dalla normativa, nella considerazione che il Comune e il Museo Civico offrono dei servizi compensativi provvedendo alla custodia  dei reperti, alla sicurezza, al decoro e garantendone l’accessibilità alla Soprintendenza e agli studiosi.

L’intesa raggiunta con la Soprintendenza riconosce il valore del Museo Civico di Castelbuono, costituito dalla Cappella Palatina con gli stucchi della bottega dei Serpotta e da diverse sezioni: urbanistica, archeologica, arte sacra, arte contemporanea, e proietta Castelbuono nel novero delle principali strutture culturali isolane.

Il Sindaco

Dr. Antonio TUMMINELLO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.