Coppa Italia, avanti Castelbuono

[MADONIEPRESS – Rosario Cusimano] Ai ragazzi di Mister Ricca basta un pari. Sconfitta a sorpresa per il Real Finale

COPPA ITALIA ECCELLENZA

 

Castelbuono – Parmonavl 0-0 (1-1)

Castelbuono: Fagone, Di Salvo, Sorrentino, Alosi, Inserauto, Bertolino, Megna, Morello, Calabrese (66’ Città), Guastella, Venuti (71’ Salerno). All. Ricca

Parmonval:  Ilardi, D’Amore, Bonito, Tarantino.I, Noto, Giacalone (82’ Cammilleri), Caronia, Tarantino.G, Parisi (61’Giammanco), Pappa, Carioto (76’ Nuccio). All. Bennardo

Arbitro: Giorgio Piazza di Palermo

Note:ammoniti Fagone, Sorrentino, Morello, Città, Tarantino.G

 

Castelbuono- Basta un pari a reti bianche alla Polisportiva Castelbuono per avere ragione di un’ottima Parmonval ed accedere al secondo turno della Coppa Italia. I madoniti proseguono infatti il proprio cammino nella competizione in virtù dell’1-1 della gara d’andata a Partanna Mondello. Pomeriggio torrido e pubblico delle grandi occasioni al “Luigi Failla” per la prima uscita stagionale tra le mura amiche dei giallorossi di mister Ricca. La cronaca. Ottimi fraseggi e ritmi elevati nella prima fase della gara e padroni di casa che si rendono pericolosi soprattutto sull’asse Alosi-Venuti con quest’ultimo che si rivela una costante spina nel fianco per la difesa ospite. Al minuto 21’ Polisportiva Castelbuono vicina al vantaggio. Uno svarione difensivo della Parmonval consente a Venuti di presentarsi a tu per tu con Ilardi ma l’estremo difensore ospite non si fa sorprendere e respinge di piedi una conclusione da posizione ravvicinata. Eppure, alla luce del risultato dell’andata, dovrebbero essere gli ospiti a fare la partita e così pian piano l’undici di mister Bennardo inizia ad alzare il proprio baricentro e a costruire una serie di pericolose occasioni da rete. Al 24’ serpentina ubriacante di Giacalone e imbucata geniale per Carioto che però cincischia troppo col pallone consentendo alla retroguardia giallorossa di recuperare. Qualche minuto più tardi è lo stesso Carioto a seminare il panico nella difesa castelbuonese, mettendo al centro un traversone al bacio per la testa di Parisi che a porta vuota si divora il più facile dei gol. Il finale della prima frazione è tutta di marca ospite. Al 30’ ci vuole il miglior Fagone per respingere di piede una insidiosa conclusione a pelo d’erba di Carioto. Mister Ricca si rende conto di un evidente calo dei suoi e prova a dare una scossa invertendo le posizioni dei due esterni d’attacco Venuti e Guastella, nel vano tentativo di scardinare l’ottima retroguardia palermitana e così si va al riposo sul parziale di 0-0. Nella ripresa le due squadre risentono parecchio dei pesanti carichi di lavoro di questo inizio di stagione e i ritmi di gioco calano vistosamente. Dopo nemmeno un giro di orologio è Guastella a cercare il jolly da distanza siderale, ma la sua conclusione termina alta sopra la traversa. Gli ospiti dal canto loro non stanno a guardare e sfiorano il vantaggio al 54’. Solito spunto personale dell’ottimo Carioto che penetra come una lama nel burro nella difesa giallorossa ma, una volta a tu per tu con Fagone, calcia malamente a lato da ottima posizione. Con il passare dei minuti le azioni da gol latitano e la stanchezza inizia ad avere il sopravvento. Tra i padroni di casa i nuovi innesti in avanti di Città e Salerno per Calabrese e Venuti, danno nuova linfa alla manovra. All’80’ la più ghiotta occasione da gol dell’intera gara è per i padroni di casa. Spettacolare “trivela” dalla sinistra di Guastella che confeziona un assist d’oro per la testa dell’accorrente Megna che però spedisce alto da ottima posizione. Il finale di gara è tutto di marca giallorossa con Città prima e Salerno poi che vanno vicini al bersaglio grosso prima del triplice fischio del direttore di gara.

– See more at: http://www.madoniepress.it/mp-coppa-italia-avanti-castelbuono-e-cefalugrave;-6662.asp#sthash.7HZFqJ77.dpuf