Covid-19. “Una corretta informazione per vivere questo momento senza panico”

Viviamo questa emergenza giornaliera o meglio chiamata «guerra» che vede famiglie “prigioniere” in casa e cittadini ricoverati in ospedale, persone in ansia e in una situazione psicologica abbastanza delicata. Solo chi sta vivendo questo contagio del virus sulla propria pelle insieme a noi amministratori e dipendenti dell’Asp (Usca e Dip. Prevenzione), comprende la situazione paradossale e per molti versi drammatica delle procedure che si devono attivare a garanzia della salute pubblica, inceppata non per responsabilità dell’Ente Comune.

Questo quadro preoccupante, oggi, vede tanti nostri concittadini allo sbando e senza nessuna direttiva su come si devono comportare, allorquando dopo il risultato del  tampone rapido entrano in questo tunnel.

Voglio sottolineare che ci sono cittadini che dal primo tampone fatto qualche settimana fa, ad oggi ancora aspettano l’esito e insieme a loro i contatti stretti che devono restare in isolamento fiduciario.

Vi sono cittadini che ancora aspettano la liberatoria, altri a cui è stato rinviato di giorno in giorno il secondo o il terzo tampone.

Purtroppo questo fenomeno non coinvolge soltanto Castelbuono, basta avere l’onestà intellettuale di raccontare quello che si legge dalla stampa nazionale e regionale per comprendere che è un dramma che stanno vivendo tanti italiani.

Questa premessa è doverosa per fare chiarezza una volta e per sempre e per rassicurare il paese reale, cioè la maggior parte della comunità di Castelbuono che non vive di polemiche.

Mi chiedo quale vantaggio ne trae qualche blog o qualche zelante cittadino che pensa di certificare la sua esistenza facendo polemiche su facebook dicendo il falso e cercando di screditare il lavoro dell’Amministrazione comunale.

Di seguito elenchiamo i dati ufficiali che ci vengono trasmessi dal Dipartimento di Prevenzione e dell’Asp alla PEC del Comune di norma ogni giorno ma che vedono anche alcune mancate comunicazioni.

Ribadiamo noi continueremo a trasmettere solo dati ufficiali trasmessi dalla prevenzione dopo i tamponi molecolari o le liberatorie quando il soggetto si è negativizzato.

Ricostruiamo da giorno 26/11 a ieri 01/12.

  • 26/11 – trasmessi alle ore 00.02 del 27/11: 109
  • 27/11 – trasmessi alle ore 08.16 del 28/11: 74
  • 28/11 – trasmessi alle ore 00.15 del 29/11: 74
  • 29/11 – non trasmessi
  • 30/11 – trasmessi alle ore 06.24 del 01/12: 58
  • 01/12 – trasmessi alle ore 23.36 del 01/12: 58

In riferimento alla pubblicazione sulla pagina istituzionale del Comune di 85 casi positivi di giorno 30/11 (naturalmente riferita ai dati del giorno precedente 29/11) la stessa è stata fatta a seguito di aggiornamento telefonico da parte del Dip. Prevenzione dell’Asp, prontamente sollecitato dall’Amministrazione Comunale a causa dell’assenza di comunicazioni ufficiali.

Comprenderete che vi è la massima attenzione da parte dell’Amministrazione a ricostruire la situazione reale ed aggiornata del contagio a Castelbuono, anche in un quadro difficile e complesso a causa delle comunicazioni manchevoli e/o incomplete da parte degli organi preposti.

Rassicuriamo i cittadini che da parte nostra vi sarà sempre la massima attenzione affinché si evitino situazioni di panico e/o di ingiustificato allarme.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.