Da Musaic-On a Sanremo, l’associazione ApertaMente al fianco degli artisti


In questo periodo buio per attori, cantanti, danzatori, musicisti e maestranze è difficile trovare le parole per esprimere il dispiacere e l’amarezza per chi vive proprio di questo. Noi, i ragazzi di Apertamente, nonostante tutto, anche l’estate scorsa abbiamo voluto esserci con una serata simbolica nella splendida Piazza Castello a Castelbuono per la quale nessuno di noi, artisti compresi, hanno avuto particolari pretese e aspettative, lo abbiamo fatto tutti insieme per esserci, nonostante tutto.

Passa l’inverno ed arriva la 71esima edizione del festival di Sanremo, vengono annunciati i 26 big e tra questi, in ordine, Gio Evan e ColapesceDimartino, questi in un duetto figlio dell’ultimo album pubblicato insieme proprio nell’anno della pandemia “I Mortali”. Gio Evan, invece, nel 2019 chiudeva l’ultima edizione di Musaic-On.

Udire queste partecipazioni al festival dopo che, nel 2018 parteciparono gli “Ex-Otago” anche loro ospiti di una edizione di Musaic-On nel 2016 con l’album “Marassi”, ti rende orgoglioso del cammino intrapreso e del percorso costruito come puro divertimento insieme ad un pugno di amici. La scorsa settimana ColapesceDimartino vincono il Disco d’oro sono primi in tutte le classifiche d’Italia e che, rispettivamente nel 2016 e 2017 sono stati protagonisti di “Musaic-On” regalando due serate meravigliose al pubblico Castelbuonese.

Volevamo appunto augurare un grosso in bocca al lupo a tutti coloro che (per caso o per fortuna) dopo essere passati da noi si trovano ora nei palcoscenici più importanti d’Italia. Come cantava Dimartino ispirandosi a Pavese…”un Paese ci vuole” e forse è davvero così.