Dalle bandiere estive giallo-rosso dei Ventimiglia alle bandiere autunnali rosse della CGIL

Nei luoghi pubblici di Castelbuono e della mia Italia, io vorrei vedere affisse solo bandiere che abbiano tre semplici colori: VERDE, BIANCO e ROSSO. Poi in qualunque manifestazione pubblica autorizzata: scioperi vari, proteste, feste di partito, feste popolari, feste sindacali (appunto) ognuno in piena libert? pu? sbandierare per strada tutte le bandiere che vuole purch? rappresentino principi in linea con quelli di un Paese democratico e libero come l’Italia. Le bandiere con i colori dei Ventimiglia affisse nelle strade del centro storico da luglio a settembre di ogni anno sono un motivo per ricordare le origini di Castelbuono e fanno scenografia per la stagione turistica estiva. Ma le bandiere rosse della CIGL perch? sono affisse dappertutto? In questi giorni sembra che Castelbuono sia stata occupata dall’armata rossa di Stalin! Corso Umberto I, Piazza Margherita, Via S. Anna, Piazza Castello, Via Mario Levante; tutte piene di bandiere rosse sventolanti. All’ingresso del paese dalla strada statale 286, pure bandiere della CIGL. Anche vicino l’insegna di Castelbuono. Quindi Castelbuono ? ?occupata? (vedi foto). Anche la stazione locale dei Carabinieri sar? ?occupata?? Perch? c’? una bandiera anche accanto all’insegna del pronto intervento dei Carabinieri (vedi foto). Pure la patrona S. Anna ? stata presa di mira, perch? c’? una bandiera rossa sotto l’arco del castello dove c’? il quadro di S. Anna (sacro e profano) che per la vergogna ha accelerato il fulminamento delle lampade (che fra l’altro mai nessuno cambia). Ma quella accanto all’insegna del cimitero le batte tutte. Che vorr? dire? Gli organizzatori della CIGL si saranno dati la zappa sui piedi o significa che non si potr? avere pace nemmeno nell’aldil?? Aldil?, appunto, del sarcasmo, non ? giusto mettere bandiere di parte in luoghi pubblici. Di nessun colore politico: rosso, nero, di area di sinistra, di destra, di centro. La questione si porrebbe alla stessa maniera per la UIL, CISL, UGL,…per non parlare poi dei partiti politici. I luoghi pubblici sono di tutti per cui tutti vi si devono riconoscere. E non penso che in questi giorni tutti i castelbuonesi si sono riconosciuti in queste bandiere della CIGL. Io vorrei vedere se il sindaco Mario Cicero avesse autorizzato altre associazioni sindacali a riempire il paese con i propri ?colori?. Non credo proprio. E anche se l’avesse fatto, sarebbe sbagliato, perch? nei luoghi pubblici l’unica bandiera di ?partito? che vorrei vedere, come gi? detto sopra, ? quella del tricolore italiano.

Antonio2