Democratici per Castelbuono e Gruppo Misto. “Urbanistica, borse di studio e rispetto per le Istituzioni”

Il 23 giugno il Consiglio comunale è stato chiamato a discutere argomenti importanti per l’attività politico-amministrativa dell’Ente: dalla variante urbanistica al P.R.G. per la correzione di 35 errori materiali alla relazione biennale del Sindaco 2017/2019 e in ultimo la modifica del Regolamento per l’assegnazione di borse di studio alla memoria di ex Sindaci ed Assessori del Comune.

In apertura abbiamo constatato l’assenza dei Consiglieri del gruppo di minoranza Castelbuono in Comune, assenza che ci è dispiaciuta data l’importanza degli argomenti posti all’ordine del giorno ma che non ha comunque condizionato la legittimità della seduta che è stata garantita dalla presenza di tutti i Consiglieri di maggioranza, del gruppo “Democratici per Castelbuono” e del “Gruppo Misto”.

Il Consiglio è stato introdotto da alcune comunicazioni dell’assessore alle Politiche Sociali Anna Lisa Cusimano che ha informato i Consiglieri presenti in merito ai servizi di trasporto, assistenza ai diversamente abili, alla comunicazione ed autonomia a.s. 2019/2020. Diversamente da quanto affermato da alcuni Consiglieri nella precedente seduta infatti, tali servizi sono stati riorganizzati durante l’emergenza covid-19, prevedendo la possibilità da parte delle famiglie – opportunamente contattate – di ricorrere a forme di prestazioni individuali domiciliari e/o passeggiate presso il domicilio in rapporto 1:1 con l’operatore, come si evince dalla corrispondenza tra l’assessore, il responsabile dei servizi sociali dott. Schillaci e la coordinatrice della cooperativa che promuove i servizi in questione.

In seguito si è proceduto alla discussione inerente la proposta di variante urbanistica per la correzione degli errori materiali del P.R.G.

Ricordiamo che la pianificazione urbanistica e del territorio è materia di competenza esclusiva del Consiglio comunale e che la necessità di procedere alla correzione degli errori materiali del P.R.G. deriva dalle direttive politiche approvate dal Consiglio comunale già nel 2006.

Dopo la presentazione dell’assessore all’Urbanistica Annamaria Mazzola, il responsabile del V° settore arch. Dolce ha esposto tutte le schede grafiche e la relativa documentazione fotografica. Ne è seguita un’attenta analisi, valutazione e richiesta di alcuni approfondimenti sulla conformità urbanistica e verifiche catastali da parte dei Consiglieri presenti che hanno richiesto e approvato lo stralcio di due schede e infine hanno approvato all’unanimità la proposta di correzione degli errori materiali al P.R.G. con le predette considerazioni. Questa approvazione, al termine dell’iter della variante urbanistica, comporterà uno scenario urbanistico più chiaro ed omogeneo nonché la possibilità per alcuni privati cittadini di procedere con interventi di recupero, ristrutturazione e riqualificazione delle proprie abitazioni nel centro urbano

Tale attività si inserisce in un quadro più ampio e generale di pianificazione urbanistica che in questa consiliatura ha già visto l’adozione in Consiglio comunale dello studio agricolo-forestale con l’individuazione delle aree boscate e i relativi vincoli e che, insieme alla redazione dello studio geologico e la riclassificazione del bacino idrografico hanno consentito al nostro Comune di essere tra quelli più avanzati nei tavoli di concertazione per la redazione del Piano Territoriale Paesistico Regionale. È stato inoltre pubblicato in questi giorni sul sito istituzionale del Comune l’avviso pubblico rivolto ai proprietari di lotti edificabili per presentare istanza per il cambio di destinazione urbanistica a zona verde agricolo, al fine di predisporre la necessaria variante al P.R.G. Un passo avanti verso la riduzione dell’uso e consumo di suolo, nonché del recupero e della ristrutturazione dell’esistente.

Riteniamo infine opportuno ringraziare quanti in questi anni hanno collaborato a vario titolo con l’Amministrazione e con gli uffici comunali all’interno del tavolo tecnico che ha visto la partecipazione, oltre che del cons. Puccia e dell’ing. Sferruzza in rappresentanza del gruppo consiliare di maggioranza e del relativo movimento politico, i tecnici ed i professionisti della C.N.A. e di Città e Territorio.

A chiusura del Consiglio comunale, con l’unanimità dei Consiglieri presenti, sono state approvate le modifiche al “Regolamento comunale per l’assegnazione di borse di studio alla memoria di ex Sindaci ed Assessori dell’Ente”. Tali modifiche si sono rese necessarie per rendere attuativo il regolamento stesso ampliando la platea dei giovani beneficiari, oltre che agli studenti degli istituti superiori anche agli universitari che si sono distinti brillantemente nei loro percorsi di studi raggiungendo il massimo dei voti. Le borse saranno finanziate dai familiari degli ex amministratori che intenderanno aderire e che hanno già manifestato interesse per l’iniziativa.

Un discorso a parte merita la relazione biennale del Sindaco 2017/2019 che al contrario degli altri punti non è stata discussa dal Consiglio comunale e riteniamo corretto informare la cittadinanza sulle motivazioni di tale rinvio, legato all’assenza dei Consiglieri del gruppo di minoranza.

Il Sindaco infatti, in accordo con i capigruppo Prestianni e Castiglia, ha ritirato la relazione per discuterla in una successiva seduta consentendo il doveroso contraddittorio all’opposizione.

Questo a dimostrazione del rispetto istituzionale e per gli avversari politici manifestato dai presenti. 

A tal proposito è utile rimarcare il monito del Presidente Piscitello che a inizio seduta ha ricordato la centralità del Consiglio comunale quale presidio democratico e istituzionale per eccellenza, che  deve restare un luogo di confronto – anche critico e aspro – ma entro i limiti del contesto democratico e del profondo rispetto per le Istituzioni.

Andrea Prestianni
capogruppo “Democratici per Castelbuono”

Rosario Castiglia
capogruppo “Gruppo Misto”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.