Democratici per Castelbuono. “L’Amministrazione lavora su tre fronti: sanitario, economico e sociale”

In queste settimane difficili l'Amministrazione ha lavorato su tre fronti: emergenza sanitaria, economica e sociale.

Da un lato l’emergenza sanitaria con la sanificazione di strade e spazi urbani (supermercati e negozi di generi alimentari, farmacie e ambulatori medici, ecc.), la vigilanza e il controllo del rispetto delle disposizioni governative e l’emanazione di apposite ordinanze sindacali, l’attivazione di strumenti di lavoro agile e sicurezza sui luoghi di lavoro negli uffici comunali senza bloccare l’attività amministrativa e l’acquisto di mascherine date in dotazione ai dipendenti che fanno servizio esterno, ai vigili urbani, al Corpo forestale e ai volontari che operano nella distribuzione di beni e alimenti e nella mensa sociale, ecc. Inoltre è stato continuo il monitoraggio dei flussi di rientro dei nostri concittadini da altre regioni e dall’estero e il controllo sul rispetto degli stessi dell’obbligo di quarantena fiduciaria.

In ultimo, è notizia di ieri il contributo straordinario di € 1.500 erogato insieme agli altri Comuni del Distretto (per un totale di €. 13.500) alla Fondazione Giglio per l’acquisto di un respiratore polmonare.

Dall’altro lato, in ottemperanza ai vari decreti disposti dal Governo, il Comune ha iniziato a raccogliere le segnalazioni delle imprese e i titolari di P.IVA che hanno dovuto sospendere o ridurre la loro attività a causa del covid-19, per poter accedere alle misure di supporto e sostegno previste dai decreti stessi oltre ad eventuali agevolazioni a livello comunale https://www.castelbuono.org/il-comune-consiglia-alle-p-iva-una-comunicazione-pec-di-interruzione-attivita/.

A tal proposito rinnoviamo l’impegno costante del nostro Movimento e dei nostri rappresentanti in Consiglio comunale, con serietà e senso di responsabilità, ad attuare tutte le misure necessarie per sostenere le imprese, gli artigiani, le attività commerciali, i professionisti e tutte le attività gravemente colpite da questa crisi. Nonostante il Governo abbia prorogato i termini per l’approvazione del Bilancio e del Rendiconto è nostra intenzione approvare il prima possibile questi importanti strumenti finanziari che ci consentiranno l’utilizzo di risorse da destinare al rilancio dell’economia locale.

Infine, il nostro gruppo dirigente ha posto la sua attenzione su un aspetto troppe volte dimenticato, oltre all’emergenza sanitaria e quella economica si è cercato di fronteggiare sin da subito la conseguente “emergenza sociale” i cui effetti rischiano di essere ben più gravi di quelli sanitari. Questa emergenza colpisce tutte le categorie di cittadini e lavoratori ma in particolare le persone “senza voce”, chi vive nel precariato, nell’incertezza, nel sommerso, in condizioni di marginalità; e nuova marginalità si sta purtroppo sviluppando in questi giorni.

Il Sindaco Mario Cicero ha per primo chiesto al Presidente della Regione la creazione di un fondo straordinario destinato a queste famiglie, lavoratori, cittadini (ecco il link https://www.castelbuono.org/il-sindaco-cicero-scrive-a-musumeci-per-chiedere-contributi-straordinari-per-le-famiglie-in-difficolta/). Accogliamo con soddisfazione la notizia di oggi dello stanziamento di 100 milioni di euro da parte della Regione per sostenere i Comuni nell’assistenza alle “nuove povertà” determinate dalle famiglie che non percepiscono più alcun reddito. Auspichiamo che questo annuncio possa tradursi il prima possibile in realtà.

Allo stesso tempo, non potendo contare ad oggi su altri aiuti, si è già predisposto un apposito capitolo (al momento di circa €. 10.000,00) per poter dare una risposta nell’immediato a queste famiglie e lavoratori.

Riteniamo utile la possibilità che una rete di solidarietà diffusa formata da associazioni, confraternite, privati cittadini, intervenga anche semplicemente aiutando ad individuare eventuali soggetti a rischio esclusione, oltre a quelli già supportati dai servizi sociali del Comune.

In questo quadro si inserisce il progetto della ‘mensa sociale’ https://www.castelbuono.org/lamministrazione-comunale-istituisce-una-mensa-sociale-per-le-famiglie-bisognose/  grazie alla quale diverse famiglie possono contare su un’ulteriore sostegno in questi giorni difficili. Ricordiamo che normalmente alcuni cittadini assistiti dai servizi sociali usufruiscono già del servizio mensa e senza queste famiglie avrebbero subìto un aggravarsi della loro situazione già difficile e precaria.

Tutto questo è possibile grazie alla visione generale e al coordinamento dell’Amministrazione e ai tanti volontari che stanno operando a servizio della comunità: dalla Protezione Civile, a Padre Lorenzo e tutta la comunità Itria per la distribuzione di beni alimentari, ai cuochi che si sono messi a disposizione per la mensa sociale.

Siamo consapevoli che serve il contributo di tutti, per questo chiediamo ai privati cittadini che sono nelle condizioni di farlo ed alle numerose associazioni di unirci in una battaglia che come abbiamo visto non mette a rischio soltanto la nostra salute, ma anche e soprattutto la tenuta sociale delle nostre comunità. Nel nostro piccolo stiamo dimostrando di essere davvero una comunità “giusta” che non lascia indietro nessuno, o quantomeno ci proviamo.

Di questo dobbiamo essere orgogliosi.

Democratici per Castelbuono

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.