“Depardieu la fa sul treno e l’universit? della pace.”

In questi giorni arrivano dal medio oriente informazioni su nuovi attentati che animano l’eterno conflitto tra arabi ed ebrei. OltreFiumara vuole invece regalarvi una bella notizia, un fatto positivo come tanti che avvengono e non riescono a trovare spazio tra le notizie che passano i nostri media. Si tratta dell’inaugurazione della prima universit? araba in terra israeliana. La Nazareth Academic Institut (NAI) ha all’attivo al momento solo tre corsi di laurea e su 40 iscritti ben 35 sono donne, possono iscriversi tutti e per il rispetto dei giorni sacri di musulmani, ebrei e cristiani il college resta chiuso venerd?, sabato e domenica. Prerogativa di tutti i percorsi di studio attivi e dei futuri ? la presenza obbligatoria del corso di “Studi sulla Pace”, che rende ancora pi? interessante il significato e il messaggio che porta con s? tale universit?.

In aereo con Gerard Depardieu pu? capitare di tutto. Infatti il celebre attore francese ? stato protagonista di una vicenda che ha del clamoroso. In fase di decollo, sul volo Parigi-Dublino, non ha saputo resistere alla necessit? di andare alla toilette e cos? l’ha fatta sul corridoio. Tra lo sgomento dei passeggeri, l’attore, visibilmente in stato di ebbrezza, ha dapprima chiesto allo steward di aprire il bagno, ma non gli ? stato consentito perch? vietato durante il decollo, poi ha cominciato ad innervosirsi alzando il tono della voce e infine non ha resistito compiendo l’insulso gesto. Al personale di volo non ? rimasto altro da fare che ritornare indietro, far ripulire l’aereo e ripartire. Alla fine il volo ? arrivato con 1 ora e 40 minuti di ritardo. La compagnia aerea in un comunicato ha detto di non voler prendere provvedimenti, gli altri 12 passeggeri non si sono lamentati pi? di tanto, addirittura hanno apprezzato la cortesia con cui si ? compiuto il fattaccio e ha provato compassione per il povero Depardieu, in evidente stato confusionario dovuto alla sua dipendenza dall’alcool. Ai personaggi famosi sembra consentito fare di tutto.

Rester? 35 giorni in gabbia con due leoni. E’ questa la sfida di Alexander Pylyshenko, custode dello zoo ucraino di Vasylivka, che nasce come protesta contro i tagli che potrebbero lasciare senza dimora gli animali. Cos? Pylyshenko si ? inventato un modo veramente originale per attirare l’attenzione dei mezzi di informazione ucraini e vivr? assieme alla coppia di felini (si tratta si un leone e una leonessa) condividendo i 36 metri quadri di gabbia. Mi auguro che il custode ottenga un risultato accettabile con la sua protesta e soprattutto che la convivenza sia pacifica e i leoni non dovranno mai aver motivo di arrabbiarsi.

Con questo numero riparte la nuova stagione di OltreFiumara dopo la pausa estiva, ben ritrovati.

?Oltre Fiumara ? Rubrica settimanale che apre uno spiraglio tra le cinta murarie del borgo, per far passare qualche notizia fuori dal comune.?