Depositato il ricorso al TAR contro l’ordinanza sindacale impositiva di test sierologici e\o tamponi

Nella data di ieri è stato notificato e depositato il ricorso al TAR – con richiesta di sospensiva – contro l’ordinanza sindacale n. 140 del 25.9.2020 con la quale nel Comune di Castelbuono è stata disposta l’obbligatorietà di sottoporsi mensilmente a test sierologici e\o tamponi ai titolari di attività commerciali, ai loro dipendenti, e ai corrieri operanti in questo territorio.

Da più parti erano state sollevate precise doglianze e critiche circa il contenuto dell’ordinanza che presenta enormi dubbi di legittimità per ciò che riguarda i principi costituzionali della riserva di legge, il difetto di motivazione, l’eccesso di potere e il delicatissimo aspetto del trattamento dei dati sensibili in questione.

Al di là degli aspetti giuridici, rimane inoltre da sottolineare l’incapacità di attuare un’efficace azione di prevenzione e di tracciamento attraverso l’erronea equiparazione dei test sierologici ai tamponi. 

Sotto tale profilo, la comunità scientifica – con recepimento del governo – è assolutamente pacifica nel contestare la validità dei test sierologici nel determinare risultati certi che poi, infatti, vengono spesso ribaltati dai successivi tamponi molecolari.

Il contesto che ne deriva è un’acuta situazione di confusione che di certo non agevola e pacifica il travagliato stato d’animo in cui è costretta a vivere la quasi totalità dei cittadini, e con essa anche le categorie economiche interessate. Da qui la necessità del ricorso contro l’ordinanza e le sanzioni ad esso connesse.

avv. Gianfranco Raimondo  –  avv. Fabio Nappi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.