Diffrazioni / Rassegna di fotografia contemporanea

Diamo anticipazione, prima di dar spazio ai comunicati ufficiali che perverranno, della grande caratura di una nuova rassegna culturale in programma a Castelbuono dal 21 luglio al 16 agosto, cornice ad una grande quantità e qualità di singole iniziative tutte all’insegna dell’arte (fotografica in primis, ma sconfinando anche nel teatro e nella letteratura): Diffrazioni / Rassegna di fotografia contemporanea, di cui citiamo qualche passaggio di presentazione estratto dal sito dell’associazione Castelbuonoarteimmagine e immagine del programma (presa dalla pagina Facebook dell’evento).

L?idea di inaugurare questo importante ed interessante percorso artistico e culturale è nata dalla volontà dell?associazione di portare avanti la sua vocazione verso la complementarietà delle diverse espressioni e dei diversi linguaggi dell?arte che nasce dalla fotografia ma confluisce nella scrittura per arrivare nel cinema e nella pittura.
La rassegna quest?anno avrà luogo dal 21 luglio al 16 agosto, in quello scorcio di estate che richiama alla ?vacanza?, invita il visitatore all? ?ascolto? dell?arte dei diversi fotografi ed artisti di fama nazionale ed internazionale che abbiamo avuto la gioia di invitare in questa prima edizione di ?Diffrazioni?.
Ma da cosa deriva il titolo di questa iniziativa, ?Diffrazioni?? Come sapranno bene gli amanti della fotografia, la ?diffrazione? è un fenomeno dell?ottica per cui un?onda elettromagnetica devia quando incontra una fenditura ( il diaframma nella macchina fotografica), avente dimensioni paragonabili o minori rispetto alla lungheza d?onda. Più nello specifico, la diffrazione è il motivo per cui la nitidezza dell?immagine finale, superato un dato limite, è direttamente proporzionale alla chiusura del diaframma.
E? da qui, dallo smembrarsi dei corpi, dall?evanescenza dei soggetti fotografati, risultati dell?effetto della diffrazione, che l?artista sensibile rende tangibili la ?poeticià?, il sogno, l?illusione di una forma che viene immaginata dal cuore piuttosto che dalla mente, sulla quale imprime il suo taglio soggettivo, personale, emotivo alla realtà stessa.E? dalle diffrazioni quotidiane che l?artista/fotografo coglie con il suo obiettivo che egli stesso riesce a donare un suo personale senso alla realtà che lo circonda.
La tematica che quest?anno rappresenta il ?fil rouge? della rassegna è: ?I linguaggi dell?arte?. E? proprio all?interno di questo percorso che si articoleranno le mostre di fotografi i quali, seppure nella loro soggettività, presenteranno delle raffigurazioni del ?sacro?, costante presente nelle loro mostre, eventi ?clou? della rassegna stessa.

Il programma di quest?anno, nello specifico, presenta tre mostre fotografiche:
21/28 luglio: Francesco Seggio con ?Fedeli? che verrà inaugurata nella Chiesa del Monte, in Via Sant?Anna.
29 luglio / 6 agosto : Michele Abriola con ?L?Altra India?, nei locali di Casa Speciale, in Piazza Margherita.
7/16 agosto: Sandra Zagolin con ?Relazioni?, che vedrà come contesto espositivo la Chiesa del SS. Crocifisso.
30 luglio /8 agosto: Antonio Manta con “19 mq d’Inferno”, alla Chiesa del Monte, in Via Sant’Anna.

Importante, inoltre, la conferenza sui ?Linguaggi dell?Arte? che vedrà come relatori, Loredana De Pace, Antonio Presti e Vito Finocchiaro, che avrà luogo il 3 agosto alla Sala Del Principe, Museo Civico, Castello dei Ventimiglia.
All?interno della rassegna vi sarà spazio per il cinema con la proiezione del film ?Ore diciotto in punto?, di Giuseppe Gigliorosso, (migliore regia al Festival di Imperia) che avrà luogo nel chiostro di San Francesco e che vedrà la presenza del regista e di buona parte del cast.

Altra ?tappa? significativa, inoltre, la ?lettura Portfolio? a cura di Roberto Panucci, fotografo di indubbia bravura collaboratore, tra gli altri, del giornale ?Rolling Stones?. Sarà lui, coadiuvato da altri giurati a sancire la premiazione di tre fotografi tra tutti colori i quali hanno preso parte al concorso, riconoscimento che permetterà, inoltre, al primo classificato, di presentare una propria ?personale? nell?edizione della rassegna del 2014. Non poteva, inoltre, mancare lo spazio per la scrittura e quest?anno avremo la presenza di Davide Camarrone, il 9 agosto, alla chiesa del Crocifisso, con la presentazione del suo libro “L’ultima indagine del commissario” ed. Sellerio, interverrà Santo Piazzese.

E poi, il teatro con l?Associazione ?Neuroninatto?, che il 7 agosto, durante l?inaugurazione della mostra di Sandra Zagolin, presenteranno una loro ?performance? su testi di John Berger, Italo Calvino e Wim Wenders.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.