Discarica abusiva a Cefalù. Anche materiali in amianto

[LAVOCEWEB] Scoperta dalla polizia una discarica abusiva in contrada Tre Fontane, nelle campagne di Cefalù. Il proprietario, un uomo di 57 anni, è stato denunciato per violazioni alle norme ambientali. Tanto e diverso il materiale abbandonato tra cui anche materiale proveniente da attività edilizia con presenza di amianto. Trovati anche batterie e oli esausti.
La scoperta è stata fatta In seguito a un sopralluogo effettuato dal personale del commissariato di Cefalù, da tecnici dell’Asp di Palermo e dai funzionari dell’Arpa.
Al podere si giunge attraverso l’apertura di un cancello in ferro, assicurato da catenacci, catena e lucchetto: le chiavi erano in possesso del denunciato che ne consentiva l’accesso. All’interno dell’appezzamento è stato trovato diverso materiale sparso, ovvero una serie di abbandoni di rifiuti e materiale diverso originariamente derivante da attività edilizia. C’era pure un deposito di attrezzature, quali impastatrice, carrelli di diversa misura e reti elettrosaldate, tondini in ferro per costruzioni, che presentavano chiari e inequivocabili segni di ossidazione, dovuti anche agli effetti degli agenti atmosferici.
In varie parti del terreno altro materiale ormai in disuso con evidenti segni di decadimento, originariamente realizzati verosimilmente in conglomerato cementizio con probabile fibre di amianto. E ancora: sparsi sul terreno alcuni contenitori in plastica di diversa capienza con liquidi oleosi probabilmente “oli esausti”.
Trovate anche alcune batterie; una presentava segni di corrosione con la fuoriuscita degli acidi che probabilmente si erano dispersi sul terreno circostante nonché la carcassa di un’auto munita ancora di blocco motore e parti meccaniche.
Risultavano pure abbandonate e sparse alcune guaine dismesse e originariamente utilizzate per le coperture dei manufatti: presentavano anch’esse segni di decadimento.
Il proprietario del terreno è stato denunciato per violazioni del testo unico sull’ambiente. La discarica si trova a circa 8 chilometri dal centro abitato in una zona caratterizzata prevalentemente dalla presenza di insediamenti abitativi stagionali.