Divino Festival, sabato 30 nel pomeriggio la degustazione guidata

SABATO 30 LUGLIO DEGUSTAZIONE GUIDATA TRA 5 ANNATE DI BIANCO di TASCA D’ALMERITA E LA MONACESCA al Nangalarruni

Anche quest’anno per il DiVino festival si è pensato ad una degustazione pomeridiana.
Sabato 30 luglio la degustazione guidata sarà alle ore 18 presso il Ristorante Nangalarruni, dove a guidare il WINE TASTING ci saranno Massimo Maccianti, Luca Martini e Dimitri Lisciandrello.

Massimo Maccianti per la seconda volta al DiVino Festival, se la prima volta come premiato quest’anno come guida enologica. Direttore commerciale di Vino & Design, impegnato nella scoperta di interessanti aziende vinicole internazionali. Le aziende sotto la sua supervisione commerciale sono proveniente da Francia, Austria, Sud Africa, Stati Uniti, Nuova Zelanda, Cile, senza tralasciare naturalmente le eccellenze nazionali italiane.
Da vero esperto assaggiatore e intenditore dal palato super premiato ci sarà Luca Martini, il miglior sommelier del mondo della Worldwide Sommelier Association che raggruppa le associazioni di ventidue paesi e grande amico del Divino Festival. Martini è un simbolo dell’enologia a durante la degustazione pomeridiana di sabato 30 luglio metterà a disposizione dei presenti i suoi sensi e cercherà di trasmettere la sua passione per il vino che gli ha permesso di diventare quello che è oggi. Una passione diventata lavoro.

Dimitri Lisciandrello responsabile CRU di Tasca D’Almerita

La degustazione prevede un confronto tra 5 annate di bianco di due cantine d’eccezione: la Monacesca con il vino Mirum, annate 2002- 2004- 2009- 2010- 2014 e Tasca D’Almerita con il Nozze D’Oro, annate 2001- 2007- 2008- 2010- 2014.

Realtà unica nel panorama non solo siciliano, quella di Tasca d’Almerita è cantina che può vantare una storia che affonda le radici nell’Ottocento. Tasca d’Almerita coltiva oggi quasi 600 ettari di vigneto e ne valorizza il frutto distribuendolo nei quattro continenti del mondo. Cura con dedizione gli ospiti di due tra i più bei resort della Sicilia e valorizza ognuna delle cinque tenute dell’azienda. La presenza di uno dei suoi responsabili consentirà di avere un dialogo diretto con l’azienda. Il Nozze D’Oro sarà il vino che meglio di tutti rappresenterà l’azienda in quanto è legato ad un momentio importante. È nel 1984 che il Conte Giuseppe Tasca d’Almerita decide di celebrare i 50 anni di matrimonio con la moglie Franca con un vino che raccontasse la storia di famiglia e la Tenuta, e proprio per questo che prende tale nome.

L’azienda Agricola La Monacesca non poteva che essere presente per il decimo compleanno del DiVino Festival, con il vino Mirum, un vino destinato ad essere prodotto solo elle grandi annate. L’azienda è situata nel comune di Matelica. Il nome della Cantina deriva da un gruppo di monaci benedettini, che intorno al 900 d.C. Si stabilirono in queste terre. La prima annata di produzione risale al 1973, punto di partenza di una costante evoluzione, che ha portato oggi il marchio La Monacesca a essere uno dei più importanti della denominazione. La Cantina ha sempre cercato di interpretare l’unicità del territorio, della vallata Camertina, trasferendo nei vini la storia, la cultura e la tradizione di un grande territorio.

Al DiVino Festival questo momento di incontro e degustazione è diventato un appuntamento ricorrente, è l’occasione giusta per ascoltare gli esperti del settore, i veri conoscitori che daranno delle istruzioni per scoprire i segreti che un vino può contenere.

L’appuntamento è per sabato 30 luglio alle 18:00 presso il Ristorante Nangalarruni (secondo piano) , la degustazione ha un costo pari a 20€ e le prenotazioni vanno effettuate presso il Ristorante Nangalarruni 0921 671228.