Divino: “Un festival autoctono ancora più frizzante…”

divino 2014
L’organizzazione del “DiVino Festival” e “Blues &  Wine Soul Festival” che si svolgerà a Castelbuono dal 1 al 3 Agosto, rende noti altri nomi degli artisti che si esibiranno durante la manifestazione.

Sono tutti artisti locali, segno che ancora una volta l’Associazione Amici PerBacco di Castelbuono e, soprattutto, il suo Presidente tende a valorizzare il territorio e i talenti madoniti per regalarci quel che di meglio offre il panorama siciliano, così come si è sempre impegnata a fare anche nelle passate edizioni con gli Sconceria Web, Sax in Fusion, i Lucio and the Quartet,I Croma,i tre per tre e tanti altri oltre i vari scrittori e personaggi di spicco locali.

Nella serata del 1 agosto, il Festival allieterà il numeroso pubblico con uno spettacolo  teatrale comico, presentato dal duo  I Pepperdue”, che  nasce dall’esperienza di Giuseppe Di Marco e  Giuseppe Vignieri noti soprattutto per la loro partecipazione al tradizionale  Veglione Castelbuonese come componenti di un  gruppo di satira.

Nel 2014 i due si sono cimentati nella presentazione di tale manifestazione, stravolgendo lo

stile classico delle presentazioni passate con l’inserimento tra una satira e l’altra di piccoli

sketch e intrattenimento del pubblico in sala.  Il successo ottenuto come presentatori li ha convinti a cimentarsi in qualcosa di più, tanto da mettere su un piccolo sketch dal titolo “ Stiamo bene o stiamo male?’, dove viene affrontata una delle piaghe del nostro tempo.

Nella stessa serata si esibirà la band “Vanni 36” che ripercorre la storia dello swing italiano da brani come “Mille lire al mese” a “Maramao perché sei morto”, passando da “Il Clarinetto”. Per l’occasione i Vanni36 vanteranno la collaborazione del Maestro Testa e faranno cantare e ballare il pubblico con brani di alcuni giganti della musica d’autore italiana: Paolo Conte, Renato Carosone, il Quartetto Cetra, Renzo Arbore, per citarne solo alcuni. La serata sarà presentata da Antonella La Barbera e Totò Re.

Il 2 agosto, il giorno delle degustazioni si esibirà Maurizio Raimondo nello spettacolo “Guitar in Wine”, diplomato al Conservatorio in chitarra classica con il massimo dei voti, appassionato musicista ed esperto insegnante. Nel suo curriculum vanta la frequenza a corsi tenuti da Maestri quali W. Zanetti, A. Ponce, C. Marcotulli.  La sua sfrenata curiosità musicale, il suo ricercare stili e suoni sempre nuovi, lo ha spinto a intraprendere lo studio dell’improvvisazione e della musica informatica.

Ancora nulla trapela però sul nome dell’artista comico  principale del Festival, che sarà di calibro nazionale come gli altri nomi che in questi anni hanno allietato le piazze castelbuonesi: da Manfredi Diliberto, Alessandro Gandolfo a Giovanni Cacioppo. Aspettiamo, dunque, che l’organizzazione della manifestazione faccia cadere il velo del mistero.

Ufficio Stampa Divino

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.