E’ la somma che fa il totale

E? la somma che fa il totale diceva il vecchio principe della risata ? Totò, da non confondere con quel tipo di Raffadali che governa la Regione che è principe della vasata. Il totale,dunque, lo si ottiene grazie alla somma.
Fuor di metafora, Rosario Bonomo ha delle legittime titubanze circa la sua candidatura perché vorrebbe giustamente sapere se a fare il totale, che sarebbe lui stesso, c?è un?addizione politica di teste che si mettono d?accordo e producono un risultato rilevante. Infatti, questo risultato lo si può ottenere solo se si fa la somma e cioè se si riesce a convincere quei ragazzacci litigiosi del centrosinistra castelbuonese, al netto dell?autocandidato del PD, a mettersi assieme per fare massa critica.
Un accordo alla pari , senza prime donne, su pochi, concreti e condivisi temi di programma, con i piedi per terra, con umiltà, e con la promessa che il paese sarà governato nel segno della partecipazione, evitando gli assoli e le iperboli.
Un?uscita possibile di cambiamento all?ineluttabile piano inclinato che ci porta inesorabilmente al punto della paralisi: ?oramai non c?è più tempo e non possiamo permettere che il paese cada nelle mani degli avversari?. In primo luogo, coloro che oggi dicono che non c?è più tempo, sono gli stessi che sulla nascita dell?Unione hanno menato il can per l?aia per 2 anni e passa, pur sapendo benissimo ciò che facevano. Sì, perché quello che ci manca, oggi, è proprio il tempo.
In secondo luogo, gli avversari non hanno la lebbra e non sono tutti d?accordo con l?altro Totò di cui sopra o con il cavaliere, anche perché il tema è il governo della nostra città e non il ponte sullo stretto. 
Dobbiamo togliere il cronometro al capostazione e dare noi il programma e l?orario dei treni. La destinazione è la candidatura di Rosario e il governo della città. Sul treno devono salire tutti cittadini che vogliono contribuire a scrivere un programma di governo del paese per i prossimi cinque anni, ma soprattutto devono salire quelli che si sono impegnati finora con la propria faccia e il proprio coraggio: Rosa Gentile in testa. Attenzione, non ci sono abbonati e tesserati e perciò tutti possono, in totale libertà, prendere parte al progetto. 
Last but not least, sulla candidatura di Rosario, la massa critica la possono fare anche i cittadini se inviano una mail di sostegno a [email protected] o se altri cittadini si esprimono in un sondaggio promosso dalla gentile ed equilibrata direzione in queste pagine.
Lorenzo Palumbo