Eccellenza, Castelbuonese dura sfida a Siracusa

[LA SICILIA – Giuseppe Spallino] Si viaggia verso una sfida decisiva per la corsa ai play off di Eccellenza. Domenica la matricola Castelbuonese affronterà il Siracusa al “Nicola De Simone” della città aretusea. La squadra di Peppe Mascara e compagni punta ad un posto in serie D, mentre la formazione madonita nonostante la quarta posizione in classifica per adesso pensa alla salvezza. «È un momento che attendiamo sin dal giorno in cui abbiamo saputo di essere stati sorteggiati nel girone B – afferma il presidente Fabio Capuana – (nella foto con l’allenatore Fabio Vitale, ndr). La trasferta di Siracusa rappresenta per il calcio castelbuonese l’apice della nostra storia sportiva. Infatti avremo al seguito moltissimi tifosi. L’approccio al match dei miei ragazzi sarà identico a quello avuto nelle ultime due gare, con grinta e determinazione, fattori che nel calcio possono determinare qualsiasi risultato. Mi auguro – continua il patron granata – di vedere lo spettacolo che tutti ci aspettiamo e sono certo dell’ospitalità che una società così gloriosa saprà riservarci. Il buon momento della nostra squadra e l’ottima posizione in classifica non devono far abbassare la guardia. La salvezza resta ancora lontana e il percorso per raggiungerla difficoltoso. Ho una sola certezza: che il gruppo saprà con la sua forza centrare gli obiettivi prefissati all’inizio della stagione».
Più tecnica l’analisi dell’allenatore Fabio Vitale: «In settimana abbiamo lavorato bene soprattutto sotto il profilo mentale, anche se quando si giocano queste partite le motivazioni vengono da sole, ma anche perché vogliamo continuare a fare punti e riuscirci contro la squadra favorita per la vittoria del campionato sarebbe un’enorme soddisfazione per tutti». Per i siracusani non ci saranno gli squalificati Carpinteri e Pettinato, ma nemmeno il bomber Mascara che sarà indisponibile per un mese. «Sarebbe stato un piacere incontrarlo da avversario per il passato calcistico trascorso – prosegue il mister -, ma poi entrando in campo per noi è un giocatore come tutti gli altri». E come il presidente Capuana, anche mister Vitale non guarda l’attuale posizione in classifica. «Noi – conclude – lavoriamo settimana dopo settimana, pensando la partita della domenica, non dimenticando che siamo ancora studenti e studiamo per fare bene. Rimanendo con i piedi per terra, senza farci illusioni, alla fine tireremo le somme e se ci troveremo nelle posizioni alte non ci tireremo indietro, perché abbiamo una società che ci darà la spinta per il rush finale e prenderci le soddisfazioni che meritiamo».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.