Eccellenza, Castelbuono col vento in poppa. Batte il Cus e conquista il primato

[MADONIEPRESS – Rosario Cusimano] Venuti manda in visibilio il Failla.

 

Pol. Castelbuono-C.U.S. Palermo 1-0

 

Castelbuono 4-3-3: Fagone, Di Salvo (91’ Arena), Inserauto, Alosi, Bertolino, Parisi, Megna, Morello, Calabrese (82’ Sorrentino), Guastella (64’ Salerno), Venuti. All. Zanghì (al posto di Ricca squalificato). A disposizione: Bucaria, Raia, Lanza, Città.

Cus Palermo 4-3-1-2: Insenna, Giammanco, Fricano, Graziano, Lepre (77’ Picone), Alletto, Rizzo, De Lisi (34’ Russo), Ferrara (62’ Iraci), Di Franco, Clemente. All. Aprile. A disposizione: Lo Nigro, Ragusa, Cannova, Scardillo.

Arbitro: Edoardo Gianquinto di Trapani

Reti: 72’ Venuti

Note:ammoniti: Alosi, Calabrese, Alletto, De Lisi.

Castelbuono- Una zampata di Venuti a metà ripresa regala il sorpasso ai danni del C.U.S Palermo e il conseguente primato in classifica, seppur in coabitazione con Paceco e Dattilo, ad un Castelbuono cinico ed estremamente concreto. Sette punti in tre partite sono un biglietto da visita di tutto rispetto per una squadra partita a fari spenti e che adesso non può più nascondersi dietro un dito. Al “Luigi Failla” arrivava la capolista C.U.S Palermo, matricola terribile a punteggio pieno e vera rivelazione di questo inizio di stagione.  Le aspettative della vigilia erano quindi tutte per una gara spettacolare e ricca di emozioni. Quello che va in scena per tutto il primo tempo è invece il festival della noia, in cui non si assiste ad uno straccio di azione degna di tale nome. Le due squadre sono molto corte e il gioco si concentra prevalentemente nella zona mediana del campo dove tengono banco soprattutto i duelli ruvidi tra Morello e Graziano e Alosi e De Lisi. Proprio quest’ultimo, eccessivamente nervoso e già ammonito, viene sostituito prima dell’intervallo per evitare di lasciare i propri compagni in inferiorità numerica. Unica occasione di rilievo della prima frazione al 42’ quando Calabrese serve in profondità Venuti che però calcia addosso ad un reattivo Insenna.Nella ripresa il copione sembra essere lo stesso con due squadre ben messe in campo e occasioni da gol ridotte al minimo sindacale. Tra i padroni di casa Salerno rileva capitan Guastella ed è proprio da uno spunto del nuovo entrato che nasce il gol vittoria. Combinazione sulla sinistra tra Morello e Salerno e spiovente al centro dell’area per l’accorrente Venuti che di esterno anticipa Insenna e deposita in fondo al sacco. Il vantaggio dei madoniti risveglia dal torpore gli ospiti che provano lentamente ad uscire dal guscio. Per la Polisportiva Castelbuono il tecnico in seconda Zanghì, in panchina al posto dello squalificato Ricca corre ai ripari inserendo Sorrentino al posto di Calabrese. Un difensore per un attaccante con il chiaro intento di irrobustire il reparto arretrato in previsione del forcing finale degli ospiti. All’84’ ghiotta occasione da rete per il C.U.S con Clemente che in spaccata calcia a lato da ottima posizione. A una manciata di secondi dal triplice fischio un brivido gelido passa sulla schiena dei numerosi tifosi castelbuonesi presenti sugli spalti a dispetto della pioggia. Traversone dalla sinistra e colpo di testa a botta sicura di Clemente respinto d’istinto da uno strepitoso intervento di Fagone.

– See more at: http://www.madoniepress.it/mp-eccellenza-castelbuono-col-vento-in-poppa-batte-il-cus-e-conquista-il-primato-6744.asp#sthash.yagz7IBA.dpuf