Ecco il bilancio della stagione estiva 2013 dell’Ypsivolley

[RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO] …9 discipline sportive …85 giornate di sport …12 ragazzi dello staff …37 tornei …191 squadre …1135 presenze …801 partecipanti … 4 feste …159 trofei …100 medaglie …12 pergamene …497 ore di musica …845 match …72 ore di zumba …2161 gol realizzati …1552 set giocati …9573 punti realizzati …27311 punti giocati …340 ore di telecronaca …2 sponsors … 0 il costo totale della manifestazione per le Istituzioni.

Questi i numeri incredibili di una manifestazione giovanissima, giunta alla terza edizione, ma che di anno in anno cresce in maniera esponenziale ed è diventata un punto di riferimento nell’offerta sportiva e di intrattenimento non solo del Comune di Castelbuono ma dell’intero territorio madonita.
La crescita nel 2013 è avvenuta sotto tutti i punti di vista, dall’aumento delle discipline che oltre alle “storiche” volley, street soccer e calciotennis ha visto l’aggiunta dello zumba fitness, del tennis, del basket, del ping pong, del calcetto e di fifa; al numero di partecipanti passati dai 286 dell’edizione 2013 agli incredibili 801 del 2013, fino al numero di giornate che sono diventate 85 dalle 24 dell’edizione precedente dilazionate in periodo di tempo di sei mesi, da aprile a settembre.
Tra le nuove discipline si è inserito anche il calcetto, dove in stretta collaborazione con il Planet Green sono stati organizzati ben sette tornei giocati nelle due splendide strutture del Campo Mitra e del Planet Green, dagli under 10 fino agli over 35 che hanno allietato l’estate di molti ragazzi e non solo.
Una crescita data anche ma non soltanto da un riassetto dello staff organizzativo e della manifestazione stessa dovuto a una nuova location, il campo del Tennis Club Castelbuono. Lo spostamento era stato in parte preventivato per poter aggiungere nuove discipline sportive all’offerta della manifestazione, come il tennis che per ovvi motivi tecnici non sarebbe possibile svolgere a Piazza Castello, ma sarebbe dovuto essere una sorta di “campo 2” rispetto alla meravigliosa Piazza Castello. Purtroppo nel mese di giugno l’organizzazione si è vista annullata le date concordate in precedenza con l’amministrazione comunale a causa di altre manifestazioni ritenute più importanti, il che ha causato l’annullamento di tutte le giornate previste a giugno a Piazza Castello e lo spostamento di tutte le altre al campo del TCC. Naturalmente questa situazione ha portato da un lato a una grossa perdita economica per l’associazione che aveva già previsto a giugno quattro giornate, due di basket, una di volley e una di street soccer, con circa 100 ragazzi tesserati per altre società del circondario e di Palermo coinvolti, che avevano prenotato i gadget e l’abbigliamento acquistato dall’Ypsivolley ma che per ovvi motivi sono andati persi; e cosa non meno importante ha portato a un crollo verticale delle partecipazioni causate dall’evidente minore visibilità della location. Per far fronte agli impegni presi con i ragazzi l’Ypsivolley ha optato per un rafforzamento delle attività al TCC, che sono diventate a cadenza settimanale nei due mesi estivi e che hanno portato a un ottimo recupero di credibilità e alla conferma di tutte le attività preventivate per la stagione.
Purtroppo questa situazione ha portato ad effetti disastrosi per il bilancio dell’associazione, che nella prima edizione è riuscita a chiudere con un sostanziale pareggio, nel 2012 ha avuto una perdita netta di 716 euro dovuti all’acquisto del campo in erba sintetica, una spesa che sarà assorbita nelle varie edizioni future, nell’edizione 2013 invece la perdita netta è stata di 2255 euro a causa del minor numero di iscritti rispetto a quello preventivato, dell’abbigliamento acquistato per le giornate di giugno che sono state annullate, e della mancata presenza di molti sponsor dovuta alla minore visibilità della manifestazione.
Tra i principi fondamentali che guidano l’azione del gruppo di volontari che organizzano la manifestazione, ce ne sono due che possiamo definire gli assiomi di questo movimento; il primo è quello di valorizzare la pratica di discipline sportive fortemente legate alle realtà locali, uno sport certamente di livello inferiore rispetto ad altre realtà più professionali, ma non meno importante per diffusione e, perché veicolo di valori quali la lealtà, lo spirito di sacrificio, la determinazione, l’accettazione della sconfitta e della vittoria e tanti altri che possono e dovrebbero diventare il punto di riferimento non solo dei giovani ma di tutte le generazioni. Il secondo principio è quello della trasparenza, morale, istituzionale ma soprattutto economica; a tal fine l’Ypsivolley, ogni anno, pubblica il proprio bilancio che ha visto, con il crescere della manifestazione, lievitare i costi e l’impegno necessario, ma ha scelto volutamente di mantenere lo spirito volontaristico della cosa come simbolo di una nuova visione della gestione delle organizzazioni sportive e culturali; l’Ypsivolley non è dunque una manifestazione a scopo di lucro, e proprio per questo ci rende orgogliosi di presentare il nostro bilancio 2013 e di poter dettagliatamente giustificare ogni centesimo delle somme che sono passate per le nostre mani.
Le uniche fonti di entrata nel bilancio della manifestazione sono gli sponsor che con passione aiutano la realizzazione dell’Ypsivolley con delle donazioni non solo di carattere economico ma anche di materiali e servizi, e una modesta quota di partecipazione richiesta ai giocatori.
Per fortuna questa la problematica finanziaria non ha scoraggiato l’associazione ASD Ypsivolley che non ha intenzione di mollare e ricercando un chiarimento con le Istituzioni punta a crescere ulteriormente nelle prossime edizioni. A tal proposito ci sentiamo di rispondere ad alcune critiche apparse in vari blog dopo l’annullamento delle date in Piazza Castello che “esultavano” per il ritorno della Piazza alle sue funzioni primarie, tra le quali non è prevista quella sportiva; lungi da noi fare alcun tipo di polemica e nel pieno rispetto delle opinioni altrui ci sentiamo però di esprimere il nostro punto di vista. Uno dei motivi che ci ha spinto a organizzare la manifestazione in questo posto è stata oltre alla particolare bellezza del luogo, simbolo e cuore della comunità castelbuonese, il fatto che prima della costruzione del campo di calcio Failla era proprio quella la sede degli eventi sportivi di Castelbuono, e ridare per alcune ore a Piazza Castello lo sport è sempre stato un motivo di vanto, anche per il recupero di una tradizione secolare che seppur con evidenti aggiornamenti vede la Piazza come il cuore di tutti gli avvenimenti importanti della comunità, tra cui perché no anche quelli sportivi.
La nostra idea della Piazza è anche simbolica perché significa portare lo sport, con tutti i suoi valori sani, tra la gente, non confinato solo e soltanto in alcune sedi, che seppur di miglior fruizione però non devono restare gli unici posti dove esprimere quei valori come la correttezza, la lealtà, la determinazione e non solo peculiari dell’attività sportiva che mai come adesso vanno riscoperti da giovani e non.
Ci rendiamo certamente conto che la manifestazione crea dei disagi a chi magari non è interessato, o ai residenti stessi della piazza, ma la nostra idea resta quella di trovare un compromesso, che potrebbe essere quello di diluire le giornate nell’arco dei mesi, di potenziarle magari nei periodi meno pieni di manifestazioni come l’estate, o qualunque altra soluzione che ci permetta di poter svolgere l’YpsiVolley. Del resto com’è meraviglioso assistere a un concerto in Piazza Castello perché non guardare, applaudire e tifare i nostri ragazzi che una volta tanto possono giocare nelle piazze, vicino le loro case e non solo e soltanto nelle palestre o nei campi da calcio.
Questa è la nostra idea e speriamo con la collaborazione delle Istituzioni di riuscire a portare avanti.
Con l’occasione vogliamo ringraziare e salutare tutti i partecipanti, le loro famiglie che ci supportano, gli sponsor che hanno resistito accanto a noi, il Comune di Castelbuono e tutti coloro che ci hanno aiutato a rendere possibile questo sogno che è l’YpsiVolley.

Roberto Mitra
Presidente (ASD YpsiVolley)