Ecco ?il Rompiscatole?. Le dieci domande al Sindaco Cicero

Prima puntata della rubrica “Il rompiscatole” a cura del giornalista-storico Giuseppe Spallino.

Le 10 domande al sindaco Mario Cicero

1. Partiamo dal programma elettorale. Raccolta differenziata: arrivare al 70%. Dal sito di Ecolgia e ambiente spa, risulta che al momento della sua elezione, la raccolta differenziata era al 33,78% e fino ad oggi non ha nemmeno superato il 40%. Ha sbagliato in qualche cosa o forse le sue sono state solo parole di propaganda?

2. Sempre nel programma elettorale, spiccava una grande riproduzione grafica del futuro prospetto del Palazzo municipale in stile liberty. Alla fine dei lavori per? i cittadini si sono trovati un misto fra lo stile liberty e l’ultima facciata. Obiezione questa che ? stata fatta in Consiglio comunale dal capogruppo di maggioranza Carmelo Mazzola con programma elettorale in mano. Non pensa di aver deluso i suoi elettori?

3. Quali vantaggi portano a Castelbuono i suoi viaggi in giro per il mondo? E quanto sono costati questi biglietti, taxi, vitto e alloggio alle casse comunali?

4. Come mai la Tarsu negli ultimi 4 anni ? aumentata del 49,50%?

5. In seguito alle dimissioni dell’assessore Peppe Genchi, lei si ? preso la delega alla cultura dando all’assessore Liborio Cucco la “logistica del settore culturale”. Quali meriti pu? vantare nella qualit? di assessore alla cultura?

6. Opere pubbliche. Le tanto declamate Casa Speciale e Casa Failla quando saranno accessibili ai cittadini?

7. Quando avverr? il taglio del nastro della zona artigianale? E che fine faranno i vecchi capannoni?

8. L’imprenditore Francesco Lena, cittadino onorario di Castelbuono, ? indagato per associazione mafiosa (ovviamente fino alla sentenza di Cassazione c’? la presunzione di innocenza). In caso di rinvio a giudizio far? costituire il Comune parte civile? E la cittadinza onoraria sar? revocata solo in caso di sentenza definitiva? Non pensa che per una questione di etica pubblica, dovrebbe essere intanto sospesa?

9. Un anno fa, sul Giornale di Sicilia un articolo dava notizia che un negozio di Castelbuono avrebbe pagato il pizzo alla mafia. Fermo restando che i fatti riportati nell’articolo potrebbero essere addirittura archiviati visto che l’indagine ? ancora in corso, ? proprio sicuro che la mafia a Castelbuono non abbia degli uomini di riferimento?

10. In questi anni lei ha dimostrato di avere la politica nel dna. Il prossimo anno, quando scadr? il suo mandato, la vedremo come designato assessore o come candidato al Consiglio comunale?

Berlusconi rispose dopo 175 giorni 10 ore e 18 minuti, Bertolaso dopo 1 giorno, e il primo cittadino di Castelbuono quanto tempo ci metter? per rispondere alle fatidiche 10 domande? Da oggi parte il conto alla rovescia.

3 Commenti

  1. Gab/Sind 300
    Gent.mo Direttore,le trasmetto le risposte ?alla dieci domande pubblicate sul suo Blog. Ritengo la rubrica interessante, auspico che non cada in banali polemiche, e che questa iniziativa diventi da stimolo per tutti coloro che intende coinvolgere.Cordialit?.Mario Cicero
    1) La raccolta differenziata non ? arrivata al 70% per responsabilit? nostra e della Societ? Ecologia e Ambiente, infatti non siamo riusciti a mettere nelle condizioni i nostri cittadini ad effettuarla ?in modo efficiente. Da parte di alcuni ?cittadini ? pur vero che ?vi ? poca sensibilit? ad effettuare la raccolta differenziata, infatti oggi assistiamo ?che abitanti ?nel centro urbano ?giornalmente conferiscono i rifiuti nei cassonetti in periferia con spreco di tempo e di carburante. Ogni giorno troviamo nei cassonetti molti rifiuti che non vengono selezionati dall?umido al vetro, alla plastica etc. Per tale motivo abbiamo predisposto due progetti (siamo in ritardo) per la realizzazione ?di ?due postazioni ecologiche, una nella zona artigianale e l?altra accanto al Macello ex Foro Boario. Con questa soluzione sicuramente raggiungeremo il 70% della raccolta differenziata. In questi giorni stiamo distribuendo un nuovo pieghevole sulla raccolta porta a porta e sulla raccolta dei rifiuti nelle zone extra urbane, ci auguriamo che con questo nuovo metodo possiamo migliorare i risultati.
    2) La foto del Palazzo Municipale riprodotta nel pieghevole della mia campagna elettorale era quella del progetto presentato in Sovrintendenza, ?bocciato dallo stesso per una errata interpretazione. Infatti come Lei nota da quel progetto visto in foto con quello attuale non ci sono tanti stravolgimenti, la cosa pi? evidente ? la mancanza di balconi.
    3) Mi dispiace che un giornalista che dovrebbe avere ?una visione internazionale sulla gestione della cosa pubblica, si riduca a farmi una domanda che lo riporta a un provincialismo isolazionista. Nella mia prima consiliatura sono i dati che ho, nei prossimi giorno gli dar? quelli della consiliatura in corso, ? degli anni passati ho speso in tutto ?. 24.000,00, (euro ventiquattromila/00) compreso di spese di rappresentanza e spese per cerimonie. Comprende, che la somma ripartita ?nei cinque anni ?? di ? ?. 4.000,00 (euro quattromila/00) annue. Penso che le considerazioni le faccia qualsiasi lettore. ?Senza tema di smentita, questa mia politica promozionale oggi fa conoscere Castelbuono a livello Internazionale, lo fa diventare interlocutore di molti altri territori e siamo guardati con interesse e come modello da imitare.
    4) La Tarsu negli ultimi quattro anni ? aumentata ed ? normale che sia cos?, infatti soltanto osservatori superficiali e mediocri politici polemizzano su tale argomento, dimenticando che le tariffe di conferimento agli impianti li stabilisce l?Agenzia dei Rifiuti della Regione. ? giusto evidenziare ?che prima ?molte spese di gestione e di servizio dei ?rifiuti venivano spalmate su tutto il bilancio, oggi ci? non ? pi? possibile, anzi entro il 2012 il servizio si dovr? auto finanziare al 100%. Molti Comuni che attualmente non hanno adeguato lei ?tariffe prelevando le risorse dal bilancio saranno costretti nei prossimi anni ad aumenti consistenti.
    5) ?Il mio impegno come Assessore alla Cultura non si pu? quantificare, in quanto in una Amministrazione in cui si condividono i percorsi e si ha un attivit? di governo della cosa pubblica partecipata da tutta la Giunta non si pu? sicuramente quantificare il lavoro specifico di ogni singolo componente, ma si apprezza o si critica il lavoro di squadra. Il Sindaco, inoltre, se ? attivo sicuramente ha il compito del coordinamento di tutta la squadra di governo, di conseguenza ne risponde in prima persona sia per gli aspetti positivi che per quelli negativi. Basta vedere tutta l?attivit? culturale portata avanti in questi anni all?interno della comunit? di Castelbuono per comprendere quali ?meriti? posso vantare anche nel ruolo di Assessore alla Cultura.?? Oggi, infatti Castelbuono ? riconosciuta come ?Capitale culturale delle Madonie?.
    6) La Casa Speciale e il Palazzo Failla sono gi? pronte, purtroppo viviamo in una Regione in cui ?la burocrazia ? molta lenta e farraginosa e per queste ragioni che i lavori non sono stati consegnati. Per quanto riguarda Casa Speciale stiamo acquistando le ultime attrezzature e approvando lo Statuto che regola il Centro Studi, dopodich? sar? possibile farla fruire ai cittadini.7) La zona artigianale ex Sirap di Castelbuono ha una storia abbastanza travagliata, al mio insediamento da Sindaco in quell?area non si era realizzato nessun intervento infrastrutturale, in questi nove anni siamo riusciti a realizzare una serie di interventi, di opere primarie che oggi la rendono fruibile. Abbiamo speso quasi ?.8.000.000,00,(euro ottomilioni/00) ? stata stilata una graduatoria che vede otto imprenditori nei prossimi mesi allocati in quell?area. E? giusto ricordare che partiamo da una situazione che vede un fallimento e un indagine giudiziaria che sicuramente ha complicato tutta la vicenda. Voglio anche sottolineare che gi? un impresa si ? insediata. I vecchi capannoni saranno affittati agli imprenditori che ne hanno fatto richiesta. In conclusione non sar? necessario tagliare nessun nastro ma soltanto continuare a lavorare in sinergia con gli imprenditori per rendere fruibile e utilizzabile quell?area.
    8 ) La vicenda Lena, sicuramente ha ferito la comunit? Castelbuonese, ci auguriamo che l?imprenditore che ha investito a Santa Anastasia per realizzare un azienda di eccellenza venga assolto. Mi auguro che da parte di tutta la comunit? di Castelbuono non vi sia nessuna speculazione in tal senso. Penso che sia stato notato che il Sindaco e la classe politica di Castelbuono non ha ?cavalcato? i fatti che hanno interessato l?imprenditore Lena con proclami o iniziative che potevano servire soltanto a riempire pagine di giornali . Il ?primo obiettivo del Sindaco ? quello di garantire l?immagine della comunit? di Castelbuono, infatti non permetteremo a nessuno di speculare su fatti accaduti ?per fare carriera personale. Se avverr? il rinvio a giudizio si valuteranno tutte le azioni che possono garantire l?immagine della nostra comunit?, prendendo in considerazione anche la revoca della cittadinanza onoraria. Voglio ricordare a me stesso che il contrasto alla mafia e ?a qualsiasi forma di delinquenza organizzata si realizza con la gestione trasparente, attenta e rispettosa della legge della pubblica amministrazione, favorendo lo sviluppo culturale, sociale ed economico della comunit? ed essendo interlocutori credibili per il mondo del lavoro, delle imprese e delle professioni, dando risposte certe ai bisogni collettivi.
    9) Sono fortemente convinto che il potere mafioso ha condizionato e condiziona lo sviluppo economico e sociale di interi territori in Sicilia come in altre parti del mondo. Non ho notizie che a Castelbuono vi siano attivit? commerciali che pagano il pizzo alla mafia, ritengo,data la mia esperienza personale che a Castelbuono non vi siano uomini di riferimento della mafia, infatti nella mia azione amministrativa non ho mai subito nessun condizionamento ?e non mi risulta che i nostri imprenditori hanno subito richieste di pizzo.
    10) Ho sempre evidenziato che chi fa politica non pu? pensare di essere ?buono per qualsiasi stagione? ? necessario possedere ?l?intelligenza di sapere uscire di scena a tempo debito. Il sottoscritto ha inteso la politica come impegno sociale ed ? per questo che nel 2012 quando si chiuder? la mia esperienza di amministratore se il partito lo riterr? opportuno e se vi sono le condizioni potr? impegnarmi per la campagna elettorale per il rinnovo del Consiglio Comunale. Sar? il gruppo dirigente del partito e il prossimo Sindaco a darmi il ruolo che riterranno ?opportuno ?al fine ?di portare avanti un progetto iniziato nel 1993 e che ha visto raggiungere traguardi interessanti facendo diventare Castelbuono protagonista attiva sul piano culturale, economico e sociale della Nostra Nazione.

  2. Nulla togliendo all’imprenditore Lena, che il Sig. Sindaco ha voluto insignire della cittadinanza onoraria sicuramente con ottime ragioni, mi preme ricordare che non ha invece avuto lo stesso onore mio padre, Pippo Ardini, che prima di morire aspirava a diventare Castelbuonese, perch? ha contributio al progresso del paese (capo impianto dell’ ex ESE per 10 anni) perch? ha militato nel Consiglio Comunale nelle fila del PCI e non ultimo perch? ha sempre portato avanti ideali di onest? intellettuale e lotta alla criminalit? organizzata…. Ma prima di cedere il posto, sono certa che il Sig. Sindaco ci ripenser?….

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.