Epiceni coturnici nidificati

A differenza della coturnice, il sindaco ? un epiceno contestabile.

Si libra ilare la parodia quadrupede, plana giulivo il presunto risparmio economico, decolla rubiconda l?idea dell?asino; eppure gli zoccoli innumerevoli (e innumerabili) rimangono ben saldi al suolo. L?asino non vola. L?insensato orgoglio bestiale recidivo non pu? opporsi alla forza di gravit?, la vanagloria effimera e irrazionale pu? solo vantare un volo mediatico.
Seppur la brama asinesca di librarsi nel vuoto non sia biasimevole, dimostrasi alquanto perniciosa la caparbiet? del padrone nell?istigare l?animale.
Un?analisi pi? approfondita rivela che il processo di mitizzazione equina ha come fine ultimo non quello di nobilitare l?asino conferendogli doti e virt? che solo Pegaso possedette, bens? di operare una ben pi? gratificante metamorfosi mediatica che consenta all?asino comune di conquistare il prestigio e l?abilit? aerodinamica della coturnice. La coturnice. Un uccello generico non avrebbe attributi semantici altrettanto melodiosi e idonei al volo asinesco. E? nella coturnice che risiede l?embrione dello spirito esplorativo uccellesco del nostro lungimirante Illustrissimo. La coturnice ? l?emblema dell?assuefazione animalesca che rende necessaria una traslazione in frequenza dello spettro del regno animale. Contino le coturnici dunque. Anche perch?, in un paese in cui contano gli asini? a volte si giunge a una soluzione errata. La matematica non ? un?opinione: ? pi? gratificante essere paese delle coturnici che paese degli asini.

Non v?? alcuna ragione nel ritenere che il precedente testo sia collegato al commento apparso su castelbuono.org.
Coturnici a parte ben inteso?