Gangi, trovato dopo 4 giorni il cadavere dell’allevatore scomparso

Trovato il cadavere dell’anziano scomparso a Gangi. Si sono concluse questa mattina le ricerche di Francesco Paolo Alaimo, allevatore di 72 anni di cui non si avevano più notizie ormai da quattro giorni. Il corpo è stato individuato dal mezzo cingolato dei vigili del fuoco inviato da Enna grazie alla ricognizione degli elicotteri della Forestale.

Il pastore, ormai esanime, è stato trovato in un’insenatura del torrente Gangi. Vicino a lui un agnello morto. Due le possibili dinamiche. Secondo le prime informazioni Alaimo potrebbe essere caduto nel tentativo di salvare l’animale caduto in acqua. La corrente, a quel punto, potrebbe averlo travolto non permettendogli di risalire sulla terraferma. La seconda ipotesi è che l’allevatore stesse lavorando sugli argini del fiume per evitare che un’eventuale esondazione potesse coinvolgere la sua abitazione.

Dopo la denuncia dei familiari, che non lo avevano visto rientrare lo scorso 27 febbraio, è stata immediatamente attivata la macchina dei soccorsi, che ha coinvolto carabinieri, vigili del fuoco, Forestale, soccorso alpino e polizia municipale. Nel weekend era stati trovati un maglione e uno degli stivali indossati da Alaimo al momento della scomparsa.
Solo l’ispezione cadaverica del medico legale potrà fornire qualche elemento in più per chiarire i contorni della tragedia. Poi la salma sarà consegnata ai familiari per la celebrazione del funerale“

[palermotoday]

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.