GdS. Aveva chiesto il pizzo a due pastori, castelbuonese condannato a dieci mesi

Segnaliamo la notizia apparsa oggi sul Giornale di Sicilia, in un articolo a firma del giornalista Giuseppe Spallino, in cui viene riportata la condanna a dieci mesi di reclusione per un 67enne castelbuonese, colpevole di aver chiesto il pizzo a una famiglia di pastori (padre e figlio in particolare), per un ammontare di 500 mila euro.

La vicenda risale al gennaio del 2019, quando i due avevano ricevuto una lettera anonima con la richiesta di denaro. Il padre si era recato subito dai Carabinieri, e le indagini avevano fatto emergere degli screzi che i due avevano in passato avuto con un vicino di casa, identificando infine l’uomo come l’autore della lettera anonima.

L’uomo stesso aveva poi ammesso il fatto durante il processo, svoltosi con rito abbreviato, per cui ha ottenuto lo sconto di un terzo della pena, venendo infine condannato a 10 mesi di reclusione e a un risarcimento danni nei confronti delle due vittime.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.