Gds: “Bloccati due lotti dell’area artiganale. Fiasconaro: a rischio un progetto da 8 milioni e 30 posti”

In seguito alla conferenza stampa indetta, ieri 9 marzo, dall’azienda Fiasconaro per chiarire la propria posizione in relazione alla vicenda dell’assegnazione dei lotti e dei capannoni nell’area artigianale del Comune di Castelbuono, il Giornale di Sicilia dedica un articolo alla vicenda, sottolineando il nodo della questione, ovvero lo scontro per l’assegnazione di due lotti chiesti anche dal panificio Tumminello, di cui il Sindaco, Antonio Tumminello, è socio.

Stando a quanto affermato nell’articolo, lo stop a procedere con l’assegnazione dei lotti metterebbe “a rischio un progetto da 8 milioni e 30 posti”. Così i Fiasconaro nella conferenza stampa e nell’articolo sul Giornale di Sicilia di oggi, ma già tempo l’azienda aveva sollevato la questione sulla lentezza della tempistica della burocrazia dell’Amministrazione comunale.

Nell’articolo si sottolinea inoltre che – mentre i Fiasconaro illustrano una pianificazione di un progetto a 360 gradi, che comprende, oltre alla realizzazione di una nuova linea di lavorazione e di confezionamento, anche la realizzazione di strutture di servizio dell’azienda, come asilo nido e mensa, per migliorare la qualità e l’immagine dell’azienda – il panificio Tumminello non ha avanzato alcuna esigenza specifica, se non quella di voler ingrandire gli spazi di produzione, per poter ampliare la gamma di prodotti offerti.

“Non c’è volontà di attaccare nessuno – ha concluso Nicola Fiasconaro – ma noi vogliamo solo chiarezza e tempi certi sull’assegnazione delle aree”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.