GdS. Caso amianto, indagato pure il netturbino

Sulla vicenda relativa al ritrovamento di amianto presso via N, in prossimità di scuole e abitazioni, il giornalista Giuseppe Spallino riporta sul Giornale di Sicilia di oggi, 5 aprile, altri sviluppi.

Infatti, nel registro degli indagati della Procura di Termini Imerese il pm Carmela Romano ha inserito anche il nome dell’operatore ecologico che ha trasportato i pannelli di amianto vicino agli istituti scolastici, oltre ai due tecnici che hanno la responsabilità della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti a Castelbuono.

I Carabinieri della Stazione di Castelbuono, guidati dal maresciallo maggiore Ernesto Mese, continuano a indagare. Il blitz avvenuto lo scorso 26 marzo si è innescato a partire da una chat tra l’operatore Cristian Cuccia e il Sindaco Mario Cicero.

Un’ispezione ha comportato la scoperta di presunte violazioni alle norme in materia ambientale, e, oltre a una sanzione amministrativa di oltre 30 mila euro, è stata imposta la regolarizzazione dell’area entro 30 giorni, pena il sequestro.

Intanto l’area è stata solo messa in sicurezza mediante incapsulamento, copertura dei pannelli di amianto e recinzione del terreno.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.