Sesso in cambio di soldi a Castelbuono, indagine sui clienti di una ragazza

Uno strano giro di persone anziane nella casa di una giovane ragazza abitante a Castelbuono. Da una soffiata è partita l’indagine che ha portato alla scoperta di una casa di appuntamenti nel comune delle Madonie. Da lì, come racconta Giuseppe Spallino sul Giornale di Sicilia, i carabinieri hanno predisposto degli appositi servizi. La ragazza è stata pedinata in tutte le ore del giorno, da quando la mattina accompagnava il figlio a scuola fino al pomeriggio quando andava a riprenderlo.

In quell’occasione i carabinieri hanno notato che un ottantenne la seguiva. I due poi erano entrati dentro l’abitazione della donna, l’anziano era uscito solo dopo un’ora. Intensificando l’attività investigativa con le intercettazioni gli investigatori sono riusciti a intercettare una numerosa schiera di «frequentatori» della ragazza. Erano soprattutto anziani, ma anche liberi professionisti del paese, medici e commercianti.

Si ipotizza un grosso giro di prostituzione che ogni giorno portava a casa della ragazza almeno cinque persone. Un business da almeno 7.500 euro al mese, ma che l’estate scorsa sarebbe anche quadruplicato.

Ma non solo. L’inchiesta «Kamasutra», così è stata chiamata, ha svelato altri particolari: dalle intercettazioni telefoniche e ambientali, che hanno registrato diversi rapporti completi consumati nell’abitazione, è saltato fuori anche un ex consigliere comunale della Democrazia cristiana, di cui al momento non si conosce il nome, che avrebbe abbandonato un’importante riunione per concedersi un momento di relax.