Genchi assolto dall’accusa di diffamazione

[ilmattino.it] Il consulente informatico Gioacchino Genchi e il giornalista Edoardo Montolli sono stati assolti oggi dall’accusa di diffamazione a mezzo stampa dalla prima sezione della Corte d’appello di Milano, presieduta dal giudice Ivana Caputo, «perché il fatto non costituisce reato». Il procedimento era nato dalla denuncia dei magistrati Tommaso Picazio e Giuseppe Cascini, quest’ultimo ex segretario dell’Associazione nazionale magistrati, su un passaggio del libro ‘Il caso Genchì ritenuto diffamatorio. Questo passaggio riprendeva un articolo pubblicato dal giornalista Carlo Vulpio, che era stato ripreso dai due autori nel libro. Montolli era stato condannato in primo grado ad un’ammenda complessiva di 1000 euro, mentre Genchi a 800 euro oltre a un risarcimento danni di 25mila euro per Cascini e 15mila euro per Picazio. Montolli è stato assolto oggi dall’accusa di aver diffamato entrambi i magistrati, mentre Genchi è stato prosciolto dalla presunta diffamazione nei confronti di Cascini. Per quella nei confronti di Picazio è a processo in secondo grado con rito abbreviato. Lo scorso ottobre, tra l’altro, la terza Corte d’Appello di Roma aveva assolto Genchi e il sindaco di Napoli ed ex pm Luigi De Magistris dall’accusa di abuso d’ufficio in relazione alla vicenda dell’acquisizione di tabulati telefoni di politici.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.