Gestione “in house” dei rifiuti: Le precisazioni dell’Amministrazione Comunale

IN RELAZIONE A QUANTO EVIDENZIATO NEL CARTELLO FIRMATO DAL MOVIMENTO “ANDIAMO OLTRE” SULLA GESTIONE “IN HOUSE” DEI RIFIUTI PRODOTTI NEL COMUNE  TRAMITE LA SOCIETA’ CASTELBUONO AMBIENTE s.r.l., L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE INTENDE PRECISARE QUANTO SEGUE.

Appare utile ricordare ai Cittadini di Castelbuono che la scelta della gestione del “servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti del Comune di Castelbuono” mediante il sistema dell’”in house”, è stato scelto dall’Amministrazione Comunale per migliorare il servizio, ridurre i costi e salvaguardare il personale dipendente, inoltre è stato condiviso dal Consiglio Comunale che ha approvato il relativo Piano A.R.O. e lo Statuto della Società.
Si ricorda che proprio il Consiglio Comunale, nella seduta del 22/12/2015, ha approvato lo  
Statuto, già adottato dalla Giunta Municipale, e che prevedeva, proprio per un risparmio dei costi, un solo Amministratore e un solo Revisore.

Quanto alle critiche sulla struttura della società per il necessario funzionamento del sistema, occorre evidenziare che per il funzionamento della Società ci deve essere un responsabile tecnico ed un consulente fiscale e del lavoro. Figure, queste,  il cui costo è preventivabile in circa 3.000 Euro ciascuno, figure queste non sono presenti al Comune di Castelbuono. Ecco perchè l’Amministratore Unico, avvocato Gianfranco Raimondo, ha inteso nominare, previa selezione ad evidenza pubblica.

Alla luce di quanto sopra detto è di tutta evidenza che non c’è nella Castelbuono Ambiente Srl, nessuno spreco di denaro pubblico e nessun apparato burocratico.

Cosa ben diversa, invece, è successa nella Società Ecologia e Ambiente S.p.A., nata nel lontano 2006, che, a prescindere dalle modalità con cui ha individuato i consulenti, probabilmente senza nessun avviso pubblico, è di tutt’altro spessore economico.

Infatti la  Società Ecologia e Ambiente S.p.A. spende:

Compensi Liquidatori (Giuseppe Norata, Antonino Egiziano, Giampiero D’Anna) € 139.276
Compenso Collegio Sindacale € 56.700 (dato del 2013)
Compenso consulenze del lavoro € 71.796
Compenso consulenze legali € 56.785
Consulenze tecniche € 53.900

Soltanto per citarne le principali, escludendo i costi per le consulenze mediche, per il Commissario Straordinario etc…

Forse quelli de Movimento “Andiamo oltre”, artefici di questo disastro che è sotto gli occhi di tutti, pensano a questo mare grande dove hanno sguazzato per molti anni, ma li possiamo tranquillizzare con questa Amministrazione Comunale tutto questo non potrà succedere.

L’Amministrazione Comunale

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.