Gioacchino Genchi destituito dalla polizia. Lui replica sul blog: ?Ha vinto Berlusconi?

[La Repubblica Palermo.it] di SALVO PALAZZOLO

Gioacchino GenchiIl poliziotto-consulente informatico pi? famoso d’Italia era stato gi? sospeso. Adesso, arriva il provvedimento definitivo. E’ stato lui stesso a comunicare la notizia, sul suo blog. E il popolo del Web gi? si mobilita

Il vicequestore Gioacchino Genchi ? stato destituito dalla polizia. Cos? ha deciso, dopo una lunga istruttoria, il dipartimento della pubblica sicurezza. Il provvedimento, che porta la firma del capo della polizia Antonio Manganelli, ? datato 15 febbraio. A Genchi non sono state perdonate alcune sue esternazioni. “Ha continuato pervicacemente, con ostentata pertinacia (…) a porre in essere un comportamento fortemente scorretto in assoluto contrasto con i doveri che ogni appartenente all’amministrazione della polizia di Stato solennemente assume con il giuramento all’atto della nomina”. Cos? recita il provvedimento di destituzione: “Ha fatto delle dichiarazioni dal contenuto gravemente lesivo del prestigio di organi e istituzioni dello Stato, arrecando in tal modo disdoro all’immagine e all’onore dell’amministrazione di appartenenza”. Nelle tre pagine della decisione si citano due episodi: un convegno svoltosi a Cervignano del Friuli, il 6 dicembre 2009, e un congresso a Roma, il 6 febbraio 2010.

Genchi commenta sul suo blog, intitolato “Legittima difesa” (www.gioacchinogenchi.it): “Berlusconi ha vinto”. Intervistato al programma “La zanzara”, in onda su Radio 24, ha detto: “Davvero adesso si ? avverato il sogno di Berlusconi. Il provvedimento mi ? stato notificato poche ore fa, ma io far? certamente ricorso al Tar per una decisione che a mio avviso ? illegittima”. Genchi chiama in causa il capo della polizia: “Il provvedimento ? suo, ma bisogna vedere chi gliel’ha fatto fare. Dal capo della polizia, infatti, avevo da poco ricevuto il giudizio per l’ultimo anno di servizio, con il voto di ottimo”.

Gioacchino Genchi ha lavorato per anni al fianco dei magistrati di Palermo e Caltanissetta che hanno indagato sui misteri di Cosa nostra. E’ stato anche consulente informatico di decine di Procure in tutta Italia. Dopo un’indagine condotta con il pm di Catanzaro Luigi De Magistris ? stato al centro di pesanti polemiche, giudiziarie e politiche: lo stesso Genchi ? finito sotto inchiesta, alla Procura di Roma, per presunte violazioni della privacy. La sua autodifesa l’ha affidata a un libro, scritto con il giornalista Edoardo Montolli: “Il caso Genchi, storia di un uomo in balia dello Stato”.

Al vice questore appena destituito arriva la solidariet? di Antonio Di Pietro: “La colpa, come al solito, ? di chi serve lo Stato e non di chi si serve dello Stato”, dice il presidente dell’Italia dei Valori, che prosegue: “Esprimiamo solidariet? a Gioacchino Genchi e siamo certi che nella sua nuova vita sapr? dimostrare, ancora una volta, che i servitori dello Stato non si lasciano intimorire e vanno avanti difendendo la legalit? e quei principi incisi nella nostra Carta”.

2 Commenti

  1. L’Italia non ? un paese normale; non ? un paese per donne, non ? un paese per bimbi, non ? un paese per giovani…? un Paese che ha bisogno di Berlusconi da un lato e di eroi e di martiri dall’altro lato come in una repubblica delle banane qualsiasi. E come in una qualsiasi repubblica delle banane viene selezionata la classe dirigente politica e burocratica a prescindere dal mattarellum o dal porcellum e dal merito…dalle parole del Capo dell’Italia dei Valori – Lista Di Pietro mi par di capire che Castelbuono torner? ad avere un rappresentante in Parlamento nella prossima legislatura, senatore o deputato poco importa….tanti auguri in ogni caso.
    Credo che in altri tempi, in altre stagioni e/o in altre realt?, vedi PCI e Lega Nord, sarebbe diventato senatore o deputato il piccolo amministratore di un piccolo comune quale ad esempio ? il Sindaco della Nostra Comunit? senza nulla togliere ad eroi, martiri ed igieniste dentali varie.E’ un pessimo 150esimo anniversario di questo Paese, ci fosse Pertini….

  2. tempo fa, 8 febbraio 2008 alle 4:14 am, ophirys scriveva anche: ?voglio vedere il CORAGGIO della societ? civile esprimersi nelle elezioni, ormai prossime, regionali e politiche?essere apartitici è una cosa, essere apolitici è altra cosa! Non dimentichiamoci che è stato Luca Cordereo Zapatero di Montezemolo a cacciar con una intervista il Governatore Cuffaro facendo politica pur essendo Presidente di un?associazione apartitica. Mi auguro che associazioni come AddioPizzo, Libera, le Acli, la CGIL, Confindustria abbino la forza di fare Politica senza divenire Partito con la consapevolezza di capire anche da quale parte schierarsi senza ambiguit? ?perchè l?ambiguit? è il brodo di coltura delle connivenza, del voto di scambio, della clientela, dell?affarismo! Mi chiedo perchè Zapatero di Montezemolo non scende in campo in questo momento accettanto un ruolo, MINISTRO DEGLI ESTERI (che è quello che crea le relazioni internazionali e attiva gli scambi commerciali) nel Governo del PD? Forse perchè è conveniente aspettare il 15 aprile per chiedere rottamazioni qualsiasi sia il Governo magari di nuovo con Mastella determinante? La QUESTIONE MORALE è l?emergenza della societ? italiana anche di quella che si definisce societ? civile?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.