Giovanni Noce, ex Direttore del Centro Polis: “al sindaco interessa attaccare a capo chino”

Il sindaco di una comunità dovrebbe avere il dono di comprendere la propria comunità, il sindaco di uno schieramento invece difende – solo – il proprio schieramento, facendo tanta confusione a danno della comunità, nella migliore delle ipotesi.

Sento il dovere di precisare alcuni importanti fatti, nell’interesse vero della comunità, del Centro Polis (di cui sono stato direttore) e del Centro Sud. 

Faccio questo perché, ogni qualvolta il sindaco è chiamato a spiegare l’operato della sua amministrazione, non perde l’occasione di attaccare altri offendendo, dimostrando ampia ignoranza dei fatti che riguardano la nostra comunità, e questo pur di difendere l’operato del suo schieramento.

Nel 2017 il sindaco – preso potere – ha nominato un nuovo CDA del Centro Polis e, nel suo stile ormai radicato, ha evitato vere parole di encomio per quanto fatto dal precedente CDA, probabilmente perché ne disconosce il valore e la comprensione di certi importanti e unici risultati.

Esattamente come ha operato in campagna elettorale, nella seduta del Consiglio Comunale del 21 giugno si è espresso in questi termini riferendosi al precedente CDA: era un comitato virtuale, non hanno proposto attività, era semplicemente il braccio operativo di quel comitato di gestione del Centro Sud, gestivano la cosa in modo semplicistico e poi, si sono persi 6 mila file del MU.VI. eccetera eccetera eccetera.

Non era la prima volta che attaccava però, infatti in campagna elettorale il sindaco insinuava infondati dubbi circa la destinazione del canone di uso del Centro Sud incassato dal Centro Polis.

Spiego brevemente.

Al sindaco non interessa conoscere i fatti, interessa attaccare a capo chino. Il sindaco non sa, o finge di non sapere, che il precedente CDA del Centro Polis ha consegnato la somma di euro 2.270,82 frutto della proficua nuova avventura dell’appena inaugurato Centro Sud.

Ecco dove sono finiti quei canoni: nelle casse del nuovo CDA del Centro Polis.

In pochi mesi sono stati incassati più di duemila euro, con la perfetta manutenzione dei luoghi e il pieno riconoscimento del personale addetto alla sua custodia.

Quei soldi non sono spariti in spese folli come di consueto solo soliti fare gli amministratori in scadenza di mandato, e questo il sindaco lo dovrebbe sapere bene, quei soldi sono stati destinati al loro preciso vincolo di investimento sul Centro Sud che, come le carte ben spiegano, deve vivere e mantenersi senza alcun contributo pubblico.

Il sindaco invece di ringraziare attacca a capo chino.

Inoltre, il precedente CDA ha ricevuto mandato con zero soldi in cassa e ne ha consegnati più di duemila, il precedente CDA non ha mai ricevuto denaro dal comune e invece questo CDA, oltre ai nostri duemila euro, ne ha ricevuto ben seimila da parte di questo sindaco.

Il precedente CDA, in pochissimi mesi, ha messo in piedi e rodato una macchina fruttuosa, che non necessitava di ulteriori contributi, ma evidentemente queste virtù sono estranee agli apprezzamenti del sindaco.

Il nostro Centro Polis non ha pesato sulla casse comunali, anzi ha generato profitto e autonomia, questo odierno Centro Polis invece pesa sulle casse comunali con uno dei più alti contributi erogati.

Il precedente CDA in pochissimi mesi di programmazione ha generato duemila euro di utili, questo Centro Polis –  con la tanta elogiata dal sindaco programmazione di ben due anni – ha pesa sulle tasche dei castelbuonesi per via di un contributo di seimila euro.

Complimenti.

Infine una battuta sui file. 

Il nostro CDA – quando si è insediato – non ha ricevuto dal precedente CDA i file e i permessi di utilizzo dell’archivio del MU.VI., con unica possibilità di scaricare in bassa risoluzione quei pochi a disposizione online, ma il sindaco preferisce accusare senza conoscere, accusare il nostro CDA che, invece, non ha fatto alcun tipo di inutile e velenosa polemica.

Abbiamo quindi ritrovato i seimila file come il sindaco ha trovato i seimila euro per questo Centro Polis.

Purtroppo, sindaco, queste polemiche interessano solo le difese degli schieramenti e mai il bene comune.

Continui pure su questa strada, il suo schieramento gliene sarà grato.

Purtroppo, Castelbuono è un’altra cosa.

Giovanni Noce

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.