Gli abitanti di Via Mazzini: ?non siamo cittadini di seconda categoria?. Lettera denuncia sulla scarsa vivibilità del quartiere

[CASTELBUONOLIVE] Riceviamo e pubblichiamo di seguito una lettera  in cui gli abitanti di Via Mazzini denunciano la scarsa vivibilità che da qualche anno caratterizza il loro quartiere.

?Salve, riporto qui alcune considerazioni a nome di tutti i castelbuonesi residenti in Via Mazzini.

Prima di tutto voglio precisare che proprio in questo momento stiamo raccogliendo le firme dei residenti della suddetta via, poiché con nostro rammarico ci siamo resi conto di essere considerati cittadini di seconda categoria. Ma andiamo con ordine e passiamo in rassegna tutte le problematiche.

 

  • In via Mazzini non vi sono efficienti sistemi di disincentivazione delle alte velocità e questo comporta ogni santo giorno e a tutte le ore un continuo sfrecciare di auto e moto a velocità assai sostenuta. Molti residenti adulti hanno paura perfino ad attraversare la strada figuriamoci l?ansia dei genitori che hanno figli piccoli che giocano fuori casa.
  • A meno di una settimana dall?inizio della Novena di Sant?Anna, riscontriamo che ancora non sono stati effettuati lavori di pulizia del verde pubblico, l?erba è ancora alta e graziosi abitanti come zecche e pulci popolano le siepi.
  • L?unica strada di accesso in questa zona, durante la festa  (la strada dell?ex carcere per intenderci) verrà chiusa allo scopo di posizionarvi le giostre, impedendo così l?accesso a mezzi di soccorso come per esempio l?ambulanza. Vorremmo evidenziare al Sindaco (che sicuramente ci legge) che in Via Mazzini abitano molte persone anziane che almeno per la loro veneranda età meritano un minimo di rispetto. Infatti con il posizionamento di queste giostre verrà a mancare per diversi giorni la  tranquillità (e la serenità) soprattutto nelle ore notturne.
  • E? mai possibile non poter avere un pò di tranquillità neanche tra le mura di casa! tra l?altro le bancarelle che arriveranno per la festa di Sant?Anna oltre al chiasso renderanno l?aria quasi irrespirabile per via dei motori a benzina dei gruppi elettrogeni. Inoltre, durante l?autoslalom che si è svolto il 6 e il 7 luglio i rombi dei motori avrebbero fatto letteralmente impazzire e innervosire anche un santo.
  • Un caro prezzo alla nostra tranquillità di fatto già lo paghiamo abbondantemente ogni giovedì con il mercato, non sono pochi i gestori di alcune bancarelle che cominciano a cantare già dalle sei del mattino!

 

Per concludere, noi abitanti di Via Mazzini vorremmo goderci la festa di Sant?Anna come tutti i castelbuonesi decidendo noi quando dover andare a dormire!

L?anno passato per un senso di educazione nei riguardi della nuova amministrazione da poco insediatasi, con pazienza non abbiamo esternato queste nostre problematiche, ma ormai da anni la situazione è diventata veramente insostenibile.

Cara amministrazione comunale almeno per questa volta faccia almeno montare le giostre al campo sportivo o in zone in cui non arrechino disturbo alla quiete.

Chiediamo rispetto e considerazione, non siamo buoni soltanto a pagare le tasse.?

 

Distinti Saluti

Abitanti di Via Mazzini