Gli operai della Forestale impiegati nella cura del verde cittadino. Il Sindaco Tumminello: «una forza lavoro di grande valore»

[ILCALEIDOSCOPIO] A Castelbuono gli operai della Forestale impiegati nella cura del verde cittadino. Il Sindaco Tumminello:«una forza lavoro di grande valore»

Con una nota stampa del 23 settembre la Flai – Cgil comunica come parte del personale forestale sarà impiegato per lavori socialmente utili sul territorio comunale di Castelbuono. L’utilizzo dei lavoratori in opere di pubblica utilità per la manutenzione e per la cura del verde apre una strada che, nelle intenzioni dei sindacati, vorrebbe aprire a una soluzione “nuova” per una vertenza che da mesi ormai impegna parti sociali, lavoratori e istituzioni regionali.

«Crediamo che, nel rispetto delle leggi ed in un chiaro quadro di regole di utilizzo di questi lavoratori, che monitoreremo (nessuno pensi di utilizzarli secondo interessi privati e dei singoli) – si legge nella nota Flai – Cgil – è importante che i cittadini verifichino una maggiore utilità di questa categoria di lavoratori spesso vilipesa come assistita e fannullona. Crediamo di aver fatto un utile servizio ai lavoratori, perché ha facilitato l’immissione al lavoro di coloro idonei con limitazioni e prescrizioni ma soprattutto perché sarà più facile, in questo modo, continuare una aspra vertenza con il Governo regionale affinché questa categoria diventi tale con certezza di risorse e modalità di impiego che non siano quelle che già conosciamo. Ci auguriamo, infine, che questo metodo possa esser trasferito nel territorio madonita ed in tutti i comuni della Sicilia».

Il tutto mentre sono scettiche le reazioni dei partecipanti all’incontro odierno tra i rappresentanti del governo regionale e quelli dei sindacati del comparto agroalimentare e forestale. «Prendiamo atto degli impegni presi dal Governo, ma lo scetticismo è d’obbligo visti i ritardi e l’approssimazione con cui sono stati finora affrontati i problemi del comparto. Resta dunque lo stato di agitazione dei lavoratori e la massima allerta con il monitoraggio quotidiano da parte nostra delle criticità» questo il commento di Michele Pagliaro, segretario generale della Cgil Sicilia e di Salvatore Tripi, segretario della Flai Cgil regionale .

Ecco perché l’esempio dei forestali impiegati sul territorio di Castelbuono può rappresentare una via nuova per la risoluzioni, un indirizzo operativo in grado di conferire ai lavoratori impegnati ulteriori e più marcate competenze.

Dello stesso avviso il primo cittadino di Castelbuono, Antonio Tumminello che afferma come «siamo felici di avere il personale forestale a disposizione. Siamo di fronte – continua Tumminello – al frutto dell’impegno e all’attenzione di questa Amministrazione che, a differenza del passato, si pregia della possibilità di attingere a una forza lavoro di grande valore. Certo, averli a disposizione in periodi più utili alla cura del verde comunale sarebbe stato più opportuno, ma ci auguriamo che vedere all’opera il personale forestale nell’abbellimento e nella cura delle aree comunali di Castelbuono darà ai cittadini una visione diversa del lavoro da loro svolto: spesso effettuare lavori di abbellimento all’interno delle aeree boschive, lontano dagli occhi della comunità, non da il senso reale del valore dell’attività svolta; ecco perchè vogliamo che la qualità e la competenza del loro operato sia visibile e che sia visibile come i soldi pubblici siano spesi per il bene della nostra comunità: non perdere una sola ora di lavoro pubblico.. questo è il nostro obbiettivo».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.