Gli ultimi “salvatori dell’arte”: ad Antonio Presti il prestigioso Premio Rotondi

[ecodisicilia.com] Tra i nomi dei nuovi salvatori dell’arte, vincitori del prestigioso Premio Rotond da quest’anno c’è anche quello di Antonio Presti, ideatore e realizzatore della Fiumara d’Arte e dell’albergo museo atelier sul mare a Castel di Tusa nel messinese e della porta della bellezza a Librino quartiere della periferia di Catania.

Il riconoscimento prende il nome dall’ex soprintendente di Urbino, Pasquale Rotondi che coordinò l’operazione Salvataggio dei principali capolavori dell’arte italiana nel Montefeltro marchigiano. I vincitori sono stati scelti dai giurati, presieduti da Giovanna Rotondi Terminiello e coordinati da Salvatore Giannella.

Ad Antonio Presti è andato il premio speciale intitolato a Pasquale Rotondi, storico dell’arte italiano per il mecenatismo. “Antonio Presti – si legge nella motivazione – che crede nella poiltica del dono, della condivisione e della valorizzazione e la esercita in una terra difficile come la Sicilia, con l’obiettivo di trasformare luoghi, territori e coscienze attraverso l’educazione alla bellezza”.

La cerimonia di consegna del premio della diciannovesima edizione, una scultura appositamente ideata dallo scultore iracheno Selim Abdullah, si è svolta sabato scorso a Sassocorvaro.

Maria Chiara Ferraù

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.