Guardare a Sinistra: guardare avanti!

La fase politica attuale, soprattutto a sinistra, ci mette in condizioni di fare delle riflessioni, sul futuro delle forze socialiste, comuniste, progressite e ambientaliste, da Treviso fino giù a Castelbuono. Non c’è dubbio che i quasi due anni di governo nazionale trascorsi hanno segnato profondamente il percorso e l’azione politica delle forze politiche che ora stanno dando vita a La Sinistra-L’Arcobaleno.Non ho mai nascosto la mia appartenenza politica di sinistra e sono convinto che ancora oggi nel mondo ci sia bisogno di una parte politica che si interroghi sulle questioni fondamentali e vitali dei cittadini: il lavoro di cui si vive, l’ambiente in cui si vive, la formazione culturale, la solidarietà come elemento condiviso di civiltà.Oggi c’è ancora bisogno di sinistra, ma di una sinistra diversa, fuori da un retaggio culturale settaristico e minoritario con una aspirazione forte al cambiamento e alla rappresentanza della pluralità della società.A Castelbuono, la scorsa campagna elettorale amministrativa, ha prodotto una spaccatura, sulla quale non credo sia questo il contesto in cui approfondire, che ha portato una parte, Sinistra Unitaria, ad unirsi in coalizione con il PD e trasformare le criticità espresse in azioni di governo; un’altra parte, Sinistra Democratica, ha deciso legittimamente di costruire un percorso alternativo candidandosi da sola alla guida del paese.Lo stato attuale della Sinistra castelbuonese è sicuramente di incertezza: qualche settimana fa è stato chiuso il circolo di Rifondazione Comunista, notizia che mi ha colpito politicamente ed emotivamente, poiché avendo fondato, nel 2001, quel circolo insieme a Silvio Bonomo, ne ho registrato la chiusura, rimanendo fortemente perplesso su quale reale accadimento politico abbia provocato tale reazione.Oggi, ed è questa la discussione che io voglio lanciare come assessore di Sinitra Unitaria, dobbiamo provare a rimmettere in gioco la nostra passione politica per dare forza ad un progetto nazionale di costruzione di un nuovo soggetto politico La Sinistra-L’arcobaleno. Questo progetto passa anche dalle nostre volontà e dalle nostre vite, quindi anche da Castelbuono. Credo sia giunto il tempo per aprire, quantomeno, una discussione sincera ma senza pregiudizi e veti, operando per il fine di ritrovare la forza ed il coraggio di lavorare per gli stessi ideali.Mi rendo conto che, per alcuni, questo dialogo può passare attraverso la discussione, anche serrata, su alcune posizioni politiche prese su temi importanti e vitali come quella della privatizzazione dell’acqua da parte del Presidente della Provincia On. Musotto. Mi pare ovvio però che la Costruzione di un soggetto unitario presuppone le parti a comporlo, ed è quindi logico che se anche Sinistra Unitaria dovesse dialogare sul tema dell’acqua con il Comitato NoPriv, non c’è dubbio che al processo costitutivo de La Sinistra-L’Arcobaleno debbano partecipare le anime politiche che da mesi hanno oramai intrapreso questo progetto.Il mio è solo un tenativo umile di apertura di dialogo, sono pronto, e sono sicuro che lo è anche il cosigliere Vignieri, ad dare un contributo significativo a questo percorso di unificazione delle sinistre.Nella speranza di aver trovato occhi per leggere e menti aperte e serene per comprendere,Giuseppe Genchi

5 Commenti

  1. Caro Peppe, tu pensi che la Sinistra Arcobaleno delle Meraviglie, quale unione delle forze politiche scartate dal Partito Democratico, o che per meglio vestire la cosa, forze che non si sono ritrovate nelle idee del Partito Democratico, possano raccogliere il disagio e la disperazione dello scenario politico degli ultimi 2 anni, in cui tutta la Casta politica ha fatto quello che voleva. Mentre moriva gente durante il proprio lavoro, mentre le privatizzazioni di qualsiasi tipo calcano la mano per mettere le proprie grinfie sui beni della comuità, finanziati, a volte, paradossalmente dallo Stato e cioè da noi. In un paese senza giustizia ove la giustizia non è uguale per tutti, ed i collusi mafiosi e disonesti vengono fatti Ministri di Grazia ed Ingiustizia e tengono per le palle un governo deistituzionalizzato a causa di una legge elettorale vergognosa. Un paese ove il nostro caro Fausto Bertinotti sedutosi sullo scranno della Camera non si preoccupò più di noi povera gente, ma dei suoi maglioni di cachemire, mentre la legge 30 idolatrava la legge del posto flessibbile. Un paese in cui la Sinistra si incazza quando è all’opposizione se Berlusconi dice che i giudici sono tutti comunisti perché lo vogliono in galera per un accusa di falso in bilancio (Ma tanto lui era stato previgente si era creato una legge fatta a posta per se, nel suo precedente governo!) e poi gli stessi comunisti mettono in croce due giudici come De Magistris o la Forleo perché si fanno beccare anche loro con le mani nella marmellata bancaria dell’UNIPOL, ma come si dice gli altri si e noi no, Wy Not!. Mi viene in mente la canzone del Signor G. in cui ricorda che “qualcuno era comunista”, oggi i comunisti li vede solo lo psiconano Berlusconi, perché non ce ne sono più in giro. Già nessuno è più comunista! IO NON PIU’ DI SICURO! Perché i comunisti di una volta sarebbero scesi in piazza anche contro il governo fantoccio di Prodi e Company. Avrebbe gridato VERGOGNA per aver sentito e scoperto che per lo psiconano è normale fare inciuci con la concorrenza per comprarsi i voti al senato. Ma io mi chiedo in quel caso i comunisti dov’erano?
    Peppe te la posso dire una cosa la Sinistra Arcobaleno o il “nuovo” Partito Democratico ( la quale nascita ha destabilizzato il governo Prodi, non solo Mastella!) non hanno nulla da offrire a un deluso di sinistra come me. E non pensare che ripeterò l’errore, ma tanto in una maniera o nell’altra grazie a questa legge elettorale quelli come me se la possono solo andare a pigliar in saccoccia, e state tranquilli che per intanto la sinistra può solo tornarsene a fare opposizione perché almeno a livello nazionale è la sola cosa migliore che sa fare perché quando è al governo è peggio della destra, come si dice “Che ti morda il lupo, te lo aspetti, ma che ti morda l’agnello!!!”.
    Caro Peppe giungerà il giorno in cui il popolo italiano capirà che è giunto il momento di governarsi da solo con leggi più giuste di queste. Non fatte dai pochi eletti ma dai molti elettori.
    Pensi che questo sia populismo, sia utopia, ma il Comunismo non era un Utopia? Allora se credere nel popolo Italiano tutto è populismo io allora sono un populista.

    Un ex-comunista incazzato!

  2. …esistono, in ogni Paese, 2 Sinistre…quella che si assume la responsabilità di governare e quella che si arroga il diritto della testimonianza dicendo sempre no o quasi!
    Ed è necessaria una scelta…non si può essere di lotta e di governo! E si è di lotta o di governo a Roma, in Sicilia, a Palermo, a Castelbuono.
    Siamo alla vigilia di un voto STORICO dove per la prima volta un Uomo ed una Donna della Sinistra di Governo posssono diventare rispettivamente Presidente del Consiglio e Presidente della Regione Sicilia…per questo chiedo ai COMPAGNI di Sinistra Unitaria a fare uno sforzo e capire che fare testimonianza può avere un senso anche legittimo ma partecipare ad un EVENTO STORICO ha un senso molto più ampio e di prospettiva….e la prospettiva non può non essere che una UNICA SINISTRA dentro il PD che lasci a qualche nostalgico settario, con le bandiere dell’utopia, il ruolo della testimonianza…chiedo LORO di partecipare INSIEME, così come per le Comunali, alla campagna elettorale per scegliere il Governo del Paese e il Governo della Regione…perchè OGGI più che mai Walter ed Anna e NOI con loro possiamo scrivere una pagina di Storia…SI PUO’ FARE!
    E un augurio SPECIALE voglio fare ad una Donna Straordinaria, UNICA E SOLA…Alì ti auguro che il tuo talento, la tua competenza, la tua determinazione, la tua dedizione al lavoro, la tua serietà, la tua età, il tuo esser Donna possano essere premiati e che il 14 aprile si possa brindare anche alla tua elezione alla Camera dei Deputati. Orgoglioso e Fiero di averti incontrata….

    p.s. mai come oggi è la parola compagno ha un senso…in una società di solitudine, di egoismo abbiamo bisogno di farci compagnia nei momenti felici e ancor più in quelli dolorosi e di solitudine…e COMPAGNO, significa proprio che ci fa compagnia..

  3. Come sempre con la fanfara e la grancassa c’è chi se la canta e chi se la suona! Ma scusate sono solo io a rendermi conto che sono solo minestra riscaldata. Io tutto questo entusiasmo e proselitismo non è che lo concepisco! Bhà! Forse dovrei iniziare a fare più utilizzo della pillola blu, non il Viagra, che avete capito! La pillola blu che Morpheus offriva a Neo in Matrix se voleva continuare ad ignorare la realtà, invece della pillola rossa che gli avrebbe rivelato la Verità! Infatti alle volte mi sembra di vivere in un paese talmente irreale, dove le persone come sopra decantano cose irreali! Ma sarà che Ophyrs sia un Morpheus al contrario? Bha!

    Comunque io continuo a seguire il coniglio bianco!

    Stay tuned By Grillo Parlante

  4. ha ragione vincenzo capuana sul concetto di compagno!
    grillo p. sei sicuro che offendendo le opinioni altrui guadagna credibilità la tua opinione?
    notizie sul sindaco se è candidato capolista al Senato ancor prima della Finocchiaro? O alla Camera o alla Regione o alla provincia?
    O forse è candidato sulla luna insieme ai panettoni fiasconaro

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.