I giovani e la politica

riprendo e pubblico alcune riflessioni fatte da Vincenzo Ippolito, un giovane castelbuonese.

CASTELBUONO 

Tutti gli abitanti del nostro paese a causa delle prossime elezioni comunali e in qualsiasi luogo del paese il tema centrale delle tante discussioni è appunto quello delle votazioni.
Sono un giovane e molto spesso quando mi ritrovo a discutere con i miei coetani di temi riguardanti la politica, magari con toni accesi, a smorzarli interviene qualche anziano, dicendo:?Non vi dannate, tanto sono tutti uguali!?- trovando d’accordo con questa affermazione la maggior parte di noi.More...
Ma questa affermazione da me è creduta totalmente priva di fondamento, in quanto ritengo che un politico che sia degno d’essere chiamato così, abbia un’aspirazione autentica ad una vita migliore per privilegiare il bene comune. Magari si può avere l’impressione che ciò non accada o che un politico agisca solop er interesse personale, ma lo sforzo da fare è quello di credere che ogni politico agisca in buona fede.
Dobbiamo ribellarci al sistema. A quel sistema che ci fa apparire il mondo politico come qualcosa di lontano, di imperscrutabile, di irraggiungibile. Il mio messaggio è rivolto ai giovani, dal momento che mi accorgo della nostra scarsa partecipazione alla vita politica. La soluzione di questo disagio sta tutto in quella massima citata prima che porta a ritenere tutti i politici identici tra loro e a pensare  che il vecchio valga il nuovo.
Invito tutti i ragazzi ad una maggiore partecipazione alla vita politica, ad un maggior coinvolgimento per le tematiche che più da vicino ci riguardano, fatto critiche costruttive, proposte, progetti, per cercare nel nostro piccolo di dare un apporto a quella classe dirigente che ci appare composta da intoccabili, quando invece intoccabili non sono. C’è bisogno di un cambio generazionale. Non credo che i ?senex? debbano essere mandati a casa inmodo drastico e repentino, ma con in tempi adeguati stabiliti da noi giovani. Tuffiamoci nella politica, anche perchè se non siamo noi che la andiamo a cercare è quest’ultima che ci cercherà (un po’ come il mito di Maometo e la montagna) poiché siamo giornalmente siamo influenzati dalla politica, attraverso leggi, emendamenti e guerre…
noi ce ne allontaniamo ma questa ci insegue e ci condiziona quotidianamente, in ogni attimo della nostra vita.
Non lasciamoci abbattere dal muro dell’indifferenza e del qualunquismo, cominciamo da subito a rimboccarci le maniche per (e lo dico con un pizzico di presunzione), aspirare ad un mondo migliore.
 

2 Commenti

  1. Carissimi tutti, anch’io sono un giovane castelbuonese e quello del “Sono tutti uguali” è solo l’inizio del dilagante qualunquismo in cui certe persone si specializzano soprattutto in questo periodo.
    Una volta un amico mi ha detto:”Non è vero che sono tutti uguali, semmai sono tutti stronzi in maniera differente ma non sono tutti uguali!”
    Pensaci, dire che i politici sono tutti uguali porta ad un livello tale di appiattimento democratico e di sana competizione politica che, onestamente, mi sento di dire che è lontana da Castelbuono.Anche se c’è gente che ci prova sempre a permettere che ciò accada.
    A volte si può scegliere anche la forma di essere sbagliati…
    I politici non sono tutti uguali, e se anche lo fossero non credere a quelle persone che vorrebbero far valere l’età, approfittando spesso di buone educazione e rispetto.

  2. Viscè non posso dart torto, per niente.

    Ma la popolazione giovanile che crede ancora in “un altro mondo” sa bene cosa fare e riconosce la vera politica dalla strumentalizzazione ideologica.

    Invito, a tal proposito, la redazione a calcolare l’età media dei consiglieri comunali che saranno eletti, degli assessori della giunta e del Sindaco e magari alla luce di questi dati possiamo riaprire un dibattito.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.