I primi verdetti di questa stagione di calcio italiano

La stagione di calcio italiano 2020-2021, sia per quanto riguarda i campionati professionistici che per quanto riguarda quelli dilettantistici, si avvia alle battute conclusive e iniziano ad arrivare i primi verdetti. Quello più importante è sicuramente quello che ha visto l’Inter laurearsi Campione d’Italia con ben quattro giornate d’anticipo, con i nerazzurri che hanno posto fine all’egemonia Juventus che perdurava da nove anni. Iniziano però a delinearsi le prossime competizioni professionistiche e oggi ci soffermeremo proprio su chi sale e chi scende nei primi tre campionati italiani.

Serie A: l’Inter vince lo scudetto, Parma e Crotone retrocedono

L’Inter è riuscita a portarsi a casa il 19° scudetto della propria storia, interrompendo un dominio bianconero che durava da nove stagioni. Il club di Appiano Gentile riesce quindi a riportare a casa il titolo a 10 anni di distanza dall’ultima volta, ovvero da quando José Mourinho condusse l’Inter al “Triplete”. Ci sono i primi verdetti però anche in zona retrocessione e Crotone e Parma sono le due società che salutano la massima serie e che l’anno prossimo ripartiranno dalla cadetteria. Resta da scoprire quale sarà la terza squadra a retrocedere e al 5 di maggio secondo le scommesse sulla serie A a quota 1,60, i principali indiziati per il ritorno in Serie B sono i sanniti del Benevento allenati da Filippo Inzaghi. Come di consueto, il campionato di Serie A regala emozioni e colpi di scena a non finire e se il Cagliari alla fine dovesse riuscire a salvarsi nella città sarda verrà probabilmente eretta una statua in onore di Leonardo Semplici.

In Serie B l’Empoli vince il campionato. Per l’Entella sarà Serie C

L’anno prossimo Crotone e Parma ripartiranno dalla Serie B ma sicuramente non troveranno l’Empoli, che con la vittoria per 4-0 con il Cosenza si è garantito il pass per la Serie A con due giornate di anticipo. I toscani sono riusciti a capitalizzare il vantaggio accumulato durante il corso del campionato e sono così la prima squadra a garantirsi il salto di categoria. A due giornate dal termine, la Salernitana seconda in classifica ha il destino nelle proprie mani, ma Lecce e Monza sono pronte a sfruttare ogni passo falso dei campani. Chi, invece, retrocede in Serie C è l’Entella, che non è riuscita a confermarsi dopo la promozione dell’anno passato, con il Pescara che invece rischia di retrocedere dopo 11 anni consecutivi di Serie BKT. L’anno scorso gli abruzzesi erano riusciti a salvarsi grazie alla vittoria dei playout disputati contro il Perugia ma quest’anno, se possibile, sono riusciti a fare peggio dell’anno scorso. Staremo a vedere quali saranno le altre tre squadre che in compagnia dell’Entella dovranno salutare la cadetteria, ma la sensazione è che al momento le principali indiziate siano il Cosenza, il Pescara e la Reggiana.

Serie C: le tre promosse sono Perugia, Como e Ternana

In attesa dei playoff, anche dalla Serie C giungono i primi verdetti, con Como, Perugia e Ternana che hanno vinto i rispettivi gironi e l’anno prossimo daranno battaglia in cadetteria. I lombardi, forti del sostegno economico di una delle presidenze più ricche del calcio europeo, sono riusciti a sopravanzare il Padova grazie al miglior rendimento negli scontri diretti, aggiudicandosi così il Girone A. Nel girone B, invece, a trionfare è stato il Perugia che è riuscito a tornare immediatamente in cadetteria dopo la retrocessione rimediata l’anno passato. Nella prossima stagione, a ogni modo, la Serie B rivivrà uno dei derby più sentiti e coreografici del calcio italiano: il derby umbro. Il Girone C di Serie C è stato infatti dominato dalla Ternana allenata da Cristiano Lucarelli che ha dato spettacolo per tutto il campionato senza mai accusare una battuta d’arresto. La grande delusa di stagione, come accade da due anni a questa parte, è il Bari della famiglia De Laurentiis che addirittura ha terminato il campionato al quarto posto sotto Catanzaro e Avellino.

La stagione del calcio italiano si avvia al termine e non vediamo l’ora di scoprire cosa ci riserveranno le prossime settimane. Dopo anni difficili, anche dal punto di vista finanziario, il nostro movimento vive un periodo di buona salute e l’augurio è che questo possa essere solo l’inizio di un’altra epoca d’oro.