I risultati delle primarie di “Castelbuono unita”

Antonio Campo, di Alleanza Nazionale, vince il confronto sugli altri due pretendenti con 1096 preferenze. Dietro si attesta Eugenio Allegra con 945 voti, mentre resta intorno a 780 Antonio Tumminello. Soddisfazione era stata espressa da tutti e tre i candidati già durante le ore della consultazione per la sorprendente partecipazione popolare, che in totale raggiunge i 2860 votanti.

24 Commenti

  1. Castelbuono accetta l’esito di queste elezioni innanzitutto per il numero dei votanti che ha leggermente superato i partecipanti alle primarie del centro-sinistra!
    E poi, al di là di meriti professionali e politici, ha vinto una persona che alle passate elezioni amministrative non era neanche candidato come consigliere, una persona dal volto nuovo, diverso da quelli che hanno occupato le poltrone nel nostro palazzo.
    Antonio Campo è sicuramente l’avversario politico più temuto
    dalle altre fazioni in gioco fra i candidati di Castelbuono-Unita; è una persona che ha saputo superare tante difficoltà anche private, speriamo saprà superare anche quelle pubbliche.
    In bocca al lupo, Antonio.

  2. quando c’è malcontento non c’è…nè centro, nè destra, nè sinistra che tenga; ma il buonsenso della collettività di rimettere in mano il paese ad un professionista induscutibile, pulito e trasparente. Buon lavoro Antonio!

  3. Nell’augurare un buon lavoro ad Antonio Campo mi permetto di fare una piccola analisi del voto delle primarie del 17/18 marzo 2007, rilevando che…..
    i cittadini Castelbuonesi hanno trovato l’orgoglio di riappriopriarsi del loro paese e del loro futuro partecipando in massa (3.000 persone rappresentano quasi il 50% della popolazione votante)alla prima VERA consultazione primaria.
    Ma cosa più importante e rilevante politicamente è la designazione di TRE VINCITORI se consideriamo che il terzo candidato ha riportato 780 preferenze (236 in più di un sindaco uscente).
    Eugenio Allegra ed Antonio Tumminello continueranno il loro percorso politico rivigoriti e consapevoli che 1.725 persone li hanno delegati a rappresentarli.
    Auguri e buon lavoro.

  4. Adesso viene il bello, speriamo soltanto che sia una battaglia elettorale fatta ad armi pari senza spargimento di sangue, con l’obbiettivo che tutti i candidati facciano tutto il possibile per il bene comune dei cittadini Castelbuonesi.
    Noto comunque che il sindaco uscente nel sondaggio è al 26% ,cosa può significare ?
    Auguri a tutti

  5. …mi sembra finalmente concluso il primo turno elettorale…adesso si svolgerà “il turno di ballottagio” nel prossimo maggio….ognuno tiferà per il suo di candidato, FORSE!!!!!!

  6. salve a tutti,
    scusate se mi intrufolo abusivamente, ma sono un piccolo osservatore o come direbbe il macchiavello “vedo discosto” ciò che accade.
    mi permetto qualche considerazione e commento in merito a quel che è accaduto e successo.
    premetto che la democrazia non è il migliore dei “mondi possibili”, ma in mancanza d’altro, ci si attenie e si è ligi alle regole.
    da dove iniziare? forse che la vittoria dell’attuale sindaco è stata sancita, nello stesso momento in cui il centro-destra ha deciso di intraprendere la strada delle primarie per nominare il proprio candidato? forse!
    protrebbe essere un buon inizio-proposta, ma non sono contento, preferisco dire e rispondere che il vecchio conosciuto è meglio del nuovo.
    forse non era proprio ciò che volevo dire, ma alla fine è meglio dire, un pò come partecipare è meglio dall’astenersi e dal prender parte. certo se il partecipare è come diceva il Montanelli: “turarsi il naso e votare il male minore ,ovvero, democrazia cristiana” allora ad aprile votiamo l’attuale sindaco, sempre perchè i detti son frutto di esperienza e quindi di vissuto, basta che se ne parli purchè se ne parli, in poche parole.
    fugo ogni dubbio su coloro che leggendo si interrogano su chi possa celarsi dietro tal soggetto, in favore del sindaco, sicuramente non sono un elettore di sinistra e ben che meno mi sento vicino ai vaolri di sinistra, eppure stavolta mi sento di esprimere per la continuità politico-amministrativa, poiche se mi volgo dall’altro lato, dove vige il principio della selezione naturale, del più forte; assenza totale di un progetto politico e di una visione, intesa come idea di un futuro diverso dall’attuale.
    il discorso è troppo lungo e infinito tanto quanto è triste il mio animo guardando questo panorama politico.
    grazie per l’attenzione e per lo spazio dedicato.
    mi scuso per la complessità dei miei ragionamenti, nella speranza di rendere – un giorno le mie riflessioni- più fluide.
    saluti

  7. A Castelbuono, come in tante altre situazioni comunali, provinciali, regionali,… la gente ha parecchie aspettative dai candidati al potere che si accingono a prendere il posto di coloro che hanno deluso negli anni precenti. In questi giorni di primarie ho visto nei castelbuonesi una rinata passione politica. Se Antonio Campo vincerà anche le elezioni di maggio, non dovrà assolutamente deludere i castelbuonesi. E’ soprattutto non dovranno deluderli tutti coloro che gli orbiteranno attorno. Assessori e consiglieri comunali dovranno mettere di lato gli interessi personali e di corporazione e occuparsi esclusivamente di quelli di tutta la comunità. Altrimenti tutto il fermento di questi giorni non è stato altro che la solita presa in giro.

  8. è iniziato il mercato delle vacche
    quale poltrona al marasciallo capuana? a peppinello mazzola? a vincenzo ed eugenio allegra?all’ingegnere botta?a cillufo? a egidio barreca? all’ingegnere cicero? ai cugini tumminello?a collesano? perchè amici miei, sono uno di centro simpatizzante col centrodestra, noi siamo questo, guardiamoci in faccia e quello di domenica è stato solo il canto del cigno perchè gli allegra portare 940 voti al candidato di destra e i tumminello portare 780 voti allo stesso candidato è solo la più grande utopia mai vista e ricordiamoci una cosa: non abbiamo vinto la volta scorsa tutti uniti contro mario cicero e me ne scuserà campo ma con un candidato della statura e con la storia di mario lupo,un moderato e non un uomo di destra estrema a cui anche io ho difficoltà a votare, non riusciremo a farlo adesso contro un sindaco cui tutto si può dire tranne che non ha lavorato per il bene e la visibilità di questo paese.
    mario ci massacrerà in campagna elettorale e dopo il mercato delle vacche col voto disgiunto non c’è nemmeno bisogno dei 33 denari che ebbe giuda per non votare il candidato sindaco collegato alla lista

  9. Riportiamo, come commento del PD, l’articolo pubblicato oggi sul GDS con l’analisi del Sindaco Mario Cicero. Buona lettura e riflessione.

    GDS – 20/3/2007 – CASTELBUONO. (misp) Il sindaco Mario Cicero interviene con fermezza sulle modalità di svolgimento e sul risultato delle primarie della lista ?Castelbuono Unita?. ?Tutto fuorché primarie, quelle del centro destra. E’ stata una vera e propria ?guerra? politica, una mortificazione dello strumento di consultazione democratica. Abbiamo assistito a delle votazioni tutt’altro che distese, ad una competizione aspra ed esasperata che ha letteralmente ?trascinato? al voto la gente, anche gli infermi, persino nostri elettori richiamati dal ricatto di una votazione che riporta nomi e cognomi nei registri di voto?. Oltre la ?scrematura?, però, che il sindaco propone per una corretta analisi della votazione, resta la consapevolezza di un dato partecipativo con cui fare i conti. ?Prendiamo atto del risultato ? precisa il sindaco Cicero – ma non c’è motivo di scoraggiarsi. Ciò che viene presentato come ?nuovo? è in realtà la più mascherata ma evidente espressione del ?vecchio? modo di fare politica: Campo è già stato amministratore del nostro paese, a cavallo degli anni ottanta, e non viene ricordato affatto per delle iniziative fruttuose dai comparti importanti del paese; tutt’altro. Sapremo rappresentare ai cittadini le buone cose già fatte e quelle che abbiamo in cantiere, comunicando anche il rischio che corre il ?sistema Castelbuono? affidandosi ad una coalizione informe e fin troppo eterogenea.?

  10. Forse Campo non è ricordato per le sue gesta politiche ma viene sicuramente considerato come una persona capace che nella vita ha saputo superare tanti problemi e come tale saprà improntare un nuovo corso politico per questo paese che al momento viene solo ricordato per le bizzarre iniziate del Sindaco,una su tutte L’Asino Spazzino.Un iniziativa della quale neanche la popolazione più anziana che ben ricorda l’uso di questo animale approva come sottolineato dal’intervista effettuata dalla Agenzia Reuters.
    Della seria “Nel bene o nel male purchè se parli”…

  11. Mercato delle vacche? A me sembra che il centrodestra abbia dato una prova di democrazia a differenza del centrosinistra in cui c’è stato solo un candidato! Inoltre Antonio Campo penso sia un professionista che conosce la reltà del paese come nessuno! E poi, il mercato delle vcche in questi ultimi 15 anni lo ha fatto il centrosinistra con una politica degli incarichi e del lavoro precario. Ricordatevi sempre che se oggi c’è lo svincolo autostradale a Casetlbuono lo si deve a quei vecci politici che alla fine deglki anni 80 andarono sno a Roma per manifestare e che sono stati messi alla gogna da tangentopoli, ma poi tutti assolti. Non stupisce che tra coloro che li denunciarono ci siano tanti al potere nella Castelbuono odierna. Tutte le maggiori infrastrutture furono realizzate da quei vecchi politici, quali sono state le infrastrutture realizzate dal centro-sinistra?
    salve e complimenti per il giornale

  12. Caro Signor sindaco Cicero leggendo questo suo commento sulle primarie, credo che lei voglia offendere l’intelligenza dei cittadini castelbonesi dicendo “che non c’è motivo di scoraggiarsi”, però guarda caso proprio stamattina ha cercato aiuto in casa “lista civica” per un probabile accordo…..
    Comunque sia castelbuono Sabato 17 e Domenica 18 Marzo ha proprio detto BASTA non vi vogliamo più fra le scatole, visto l’alto numero di votanti.
    Caro Antonio ti auguro buon lavoro e non tenere conto di queste stupide illazioni fatte da persone che non meritano così tante considerazioni.

    P.s. Caro sindaco, visto il risultato di Domenica, sarebbero state più accettate le sue dimissioni anzichè……….

  13. Scusatemi?? ero seriamente preoccupato dal silenzio del sindaco in merito alle primarie del
    centro-destra, per un attimo mi ero illuso che il buonsenso aveva avuto il sopravvento sulle ?CICERATE?, ma aimè mi sbagliavo!
    L?aver definito ?una mortificazione dello strumento democratico? una competizione che vedeva candidate TRE persone non mi scandalizza più di tanto, visto che lui democraticamente ed in perfetto stile ?Bulgaro?le preferisce a candidato unico.
    L?aver definito le votazioni ?tutt?altro che distese? significa che sono state VERE e non di facciata, e per questo lo ringrazio.
    L?apprendere che gli elettori della sinistra sono stati ?richiamati dal ricatto? a votare per le primarie del centro destra, questo mi preoccupa, e molto.
    Dobbiamo credere, caro sindaco, che la mafiosità ha contagiato la nostra classe politica?
    Ci sono personaggi politici in grado di ?estorcere il consenso??
    Se è questa la realtà, francamente mi auguro di no, ci tuteli e si tuteli nelle sedi opportune.
    Grazie e buona riflessione.

  14. Io credo che uno degli impegni esistenziali dell’uomo sia tendere al raggiungimento della serenità dell’animo. Non mi dà serenità il contenuto di un testo scritto da un sindaco che perde di vista l’obiettività e la logica dello schietto confronto.Il tono pacato, la terminologia appropriata, il periodare lineare e coeso ,il messaggio definito e coerente sono segnali d’equilibrio e di spirito di servizio…Un invito al sindaco uscente perchè non dimentichi mai che la storia di Castelbuono è storia di uomini e donne che hanno sempre praticato la via della speranza e della moderazione, senza mai indulgere in comportamenti distruttivi, arroganti e deprivati dalla forza che solo la saggezza conquistata con la fatica quotidiana è capace di dare.

  15. Caro Sindaco non ci parli di democrazia perchè lei non sà proprio cosa vuol dire questa parola, ma pur capendo le sue limitazioni culturali non deve permettersi di offendere le persone diversamente abili (GLI INFERMI COME LI HA DEFINITO NEL SUO ARTICOLO NEL GDS DEL 20 MARZO),perchè hanno le stesso diritto al voto di quanto c’è ne abbia lei.
    Quindi le consiglio di non fare più di queste affermazioni illogiche e poche ittelligenti, che di certo ormai lo vedono fuori dagli scenari politici castelbonesi “mi auguro definitivamente”.

  16. E no, Folken. Dire “infermo” ad un infermo non è “offendere le persone”: finiamola con queste ipocrisie. Gli infermi sono infermi: non è un’offesa, figuriamoci. Pur non essendo un sostenitore certo di Cicero, m’è sembrato un intervento schietto: molto più offensivo ricorrere a gente con difficoltà per una votazione primaria. Io a votare ci sono andato, e pure se tifavo per uno dei tre non ho certo trascinato mia madre (inferma). Non capisco proprio questo finto indignarsi per le parole del sindaco: sottolineamo invece il risultato che resta una mazzata per lui, pur riconoscendogli un 20percento di votanti che non mi sono sembrati del tutto “d’opinione”… ok, 2000 votanti: ti sembrano pochi? Con duemila vai a casa!

  17. Caro Carles apprezzo questo tuo appunto forse mi sono espresso male ma, non intendevo dire che la parola inferme è offensiva volevo semplicemente sottolineare che hanno lo stesso diritto al voto e quindi non vedo dove sia il problema se un inferme voglia andare a votare.
    Comunque sono fermamente convinto che il sindaco ormai abbia i giorni contati.

  18. Mario Cicero ormai è noto a tutti,rappresenta l’ombellico del mondo, ci porta a discutere con i grandi della Terra (Annan, Blair, Putin e Zapatero), ci convince in tutto ciò che dice, riesce a volte, vendendo aria fritta, a far credere a tutti che un nuovo messia è arrivato. Sarebbe il caso che si incontri con Palestinesi e Israeliani per far fare loro la pace.
    Caro sindaco, abbiamo bisogno di stare con i piedi per terra!!! Aiamo stanchi di questa aria fritta che ogni giorno sai vendere obbiettivamente bene, mentre i nostri giovani promettenti stanno emigrando in massa.

  19. Ho letto Spirito Ribelle
    Condivido in parte quanto detto aggiungendo che, il Cicero, non solo non può permettersi di continuare ad offendere l?intelligenza e la dignità dei Castelbuonesi, ma deve avere, quanto meno, la decenza di tacere proprio sull?argomento delle primarie il cui senso e contenuto altamente democratico, è stato da lui calpestato e disatteso attraverso la farsa della sua candidatura unica.
    Dice agli altri che hanno portato a votare gli inabili, fingendo di dimenticare che il suo gruppo di assalto nelle sue ?unitarie?, per ?accanzare? voti e far numeri, ha fatto votare pure i giovani non aventi ancora diritto al voto.
    Nessuno, credo, si aspetta nulla da Mario Cicero, ma questo ?signore? non finisce di sorprendere negativamente i Castelbuonesi e ogni sua affermazione continua a dare certezza di una ormai grave e patologica forma di miopia politica di cui è certamente affetto.
    L?unica lettura politica logica e seria che i cittadini possono e devono dare a questo inatteso risultato di partecipazione della gente alle primarie del centro destra penso sia la seguente:
    Castelbuono vuole dire basta alle ?ciceriate?; ai suoi asini; alle pericolose catene nelle piazze; alla miriade di esperti che poi sono solo ?sperti?; alle costose gestioni di macchine di rappresentanza usate ( si dice che il vecchio proprietario dell?auto blù fosse l?Arch. Marsiglia); agli sperperi per missioni, convegni, pranzi, cene, spese di rappresentanza, bus navetta e tanto altro ancora; agli assessori a vita; alla clientelare gestione del personale comunale; all?anti democratica arroganza di chi si ritiene ?ombelico del mondo? e, come tale, insostituibile e che però, come il manzoniano Renzo, ? vedendosi perduto?, ricorre a Sandro Bonomo che magnanimemente, gli offre il posto di Vice-Sindaco.
    Ma d?altra parte il romanesco detto ? damose una mano?, cui entrambi evidentemente sono politicamente abituati, potrebbe, anche questa volta non essere smentito. Ricordiamo infatti che Sandro Bonomo è stato nominato dal Sindaco quale componente il nucleo di valutazione del Comune e per ciò percepisce un compenso e, da quanto è dato ad oggi sapere, non si è preso la doverosa briga di dimettersi dall?incarico fiduciario datogli dal Cicero anche se, ufficialmente ,si è proposto come candidato alternativo al Cicero stesso.
    Che bella coerenza e che classe!!!! Ma chi vogliono prendere in giro ????

  20. Ringraziando tutti i partecipanti alla discussione, vediamo compromettere e tirare in ballo fin troppe variegate discussioni che rischiano di creare una “coda” infinita e che esula dall’analisi del dato che l’articolo proponeva. La Redazione chiude quindi la facoltà di intervento e invita alla proposizione di nuovi articoli specifici, o a “distribuire” più organicamente i commenti.
    SI AVVISA inoltre che non verranno pubblicati interventi dal carattere prettamente polemico e offensivo nei confronti di terzi, che non rispetteranno a nostro avviso i criteri di buon senso e buona creanza confacenti a un disteso dibattito. Si comunica a “Salamandra” che è preferibile, quando si tirano in ballo questioni/verità/illazioni specifiche su alcuni fatti (vedi discorso su “auto blu”), firmare con nome e cognome o fornire fonti e prove per verificare l’attendibilità e non relegare il sito a mera raccolta di insinuazioni.
    Grazie.

Comments are closed.