Il 3 ottobre incontro di preghiera: “Le famiglie illuminano il Sinodo”

[Riceviamo e pubblichiamo] Dal 5 al 19 ottobre si celebrerà Ia  XIV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi . I vescovi provenienti da tutto il mondo rifletteranno insieme su “Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell’evangelizzazione”.
Sarà un importante momento per tutta la Chiesa, tempo di discernimento, di approfondimento, di ascolto reciproco di Dio e del mondo; ma sarà soprattutto un importante evento dello Spirito.

Come Chiesa universale, ci uniamo con i padri sinodali, sostenendoli nella preghiera perchè possano accogliere la voce di Dio che parla qui e ora, in questa porzione di storia, nelle tante difficoltà, negli ideali, negli spaccati di sofferenza e ingiustificabile violenza che non poche volte attraversa le famiglia.

Per vivere in comunione con i padri sinodali:

  • Sabato 3 ottobre 2015, alla vigilia della apertura del Sinodo , le famiglie di Castelbuono si riuniranno nella parrocchia “S. Antonino martire” per pregare  dalle 18.00 alle 19.00  “.
            Chi è impossibilitato a partecipare  può farlo a casa propria accendendo una candela, magari invitando i
             vicini soli o gli anziani.
            La traccia di preghiera la  potete scaricare sul sito:
  • si può accendere una candela sul web. Da qui potete scaricare l’immagine >>> 
    accendi una candela
  • ogni giorno, dal 5 al 19 benedici il Signore per il dono delle famiglie.
         Su Giovani & Vangelo sarà pubblicata, ogni giorno, per tutta la durata del Sinodo, una beatitudine della famiglia
        che potrà essere condivisa sulle proprie bacheche, inviata su whatsApp o stampata e regalata a qualcuno.
La famiglia è il simbolo vivo del progetto d’amore che un giorno il Padre ha sognato. Voler formare una famiglia è avere il coraggio di far parte del sogno di Dio,  di sognare con Lui, di costruire con Lui, di giocarci con Lui questa storia, di costruire un mondo dove nessuno si senta solo, dove nessuno si senta superfluo o senza un posto.
Ogni candela accesa, tenuta fra le mani o posta sul davanzale delle nostre case, è il simbolo di una rinnovata audacia nel credere fino in fondo al sogno di Dio, pronto sempre a scommettere sulla fedeltà dell’uomo. 
Vi attendiamo con gioia

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.