Il bambino rimasto ustionato stava giocando al campetto Totò Spallino

Abbiamo ricostruito l’episodio sfortunato accaduto ieri ad un bambino castelbuonese di 9 anni rimasto ustionato dallo scoppio di un petardo. Il bambino stava giocando al campetto Totò Spallino, dove la sera precedente, in occasione della festa patronale di Castelbuono, erano stati accessi i fuochi d’artificio. Il bambino ha trovato nei pressi del campetto un petardo, è riuscito ad aprirlo e poi ad accenderlo provocando l’esplosione.
I soccorsi, bloccati per alcuni minuti da un auto in divieto di sosta, sono arrivati tempestivamente sul posto e l’hanno trasportato in ambulanza all’ospedale Giglio di Cefalù per poi essere trasferito d’urgenza al centro ustioni dell’Ospedale Civico di Palermo. Il bambino ha riportato ustioni di secondo grado al volto e ad una mano, adesso è trattenuto in terapia intensiva; i medici che lo stanno monitorando scioglieranno la prognosi in serata. Dalla redazione un augurio alla famiglia Rigatuso per la pronta guarigione del piccolo.