Il botta e risposta sulla sentenza Lena tra la Cgil Castelbuono e l’ex sindaco Cicero

Botta e risposta sulle rispettive pagine Facebook tra il portavoce di Flai Cgil Madonie Castelbuono e l’ex sindaco Mario Cicero sulla notizia della definitiva assoluzione dell’ing. Francesco Lena. Lo riportiamo di seguito.

 

Flai Cgil Madonie Castelbuono

Una bella notizia per una Comunità che non ha avuto il coraggio di attendere il responso del processo prima di togliere la cittadinanza onoraria all’Ing. Lena. Un grave errore di valutazione per chi di cultura progressista, nel rispetto dovuto alla Magistratura come potere costituzionale, non può non essere un garantista. E invece ci si è comportati come chi fa dell’antimafia parolaia il suo mestiere. Che sia un nuovo inizio per Abbazia S. Anastasia e per la Nostra Comunità.

Mario Cicero

Ferisce la meschina e strumentale polemica attivata dalla Flai CGIL Madonie Castelbuono, non e’ mio costume raccontare in pubblico le considerazioni fatte in quelle “dolorose” settimane, (creare coop e altro) sono stato l’artefice della revoca della cittadinanza onoraria dopo aver sentito i capi gruppo consiliare, rifarei quel percorso, perche’ quando si governa una comunità non si guarda agli interessi particolari ma a quelli collettivi, ponderando le azioni da intraprendere. Sicuramente in quel provvedimento vi era solo la volontà di salvaguardare l’immagine di Castelbuono, infatti, gli amministratori di allora non avendo interessi o favori ( vedi indiscriminate assunzioni) da difendere hanno agito solo per difendere l’onerabilità della nostra comunità. Mai ho inteso la morale e l’etica come moda o strumento per fare carriera, lascio alla maturità dei castelbuonesi le valutazioni storiche, auguri all’ingegnere Lena e complimenti per lo stile che lo contraddistingue.

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.