Il Centro Sud presenta Moffo Schimmenti e le libere corde, il 29 dicembre alle 19.00

La “canzone popolare” di Moffo Schimmenti e le libere corde.
Moffo Schimmenti non è un intellettuale o un artista che si è trasferito in campagna.
Moffo, all’anagrafe Gandolfo Schimmenti, in campagna ci è nato, alle porte di Polizzi Generosa sulle Madonie, ci vive e ci lavora da sempre, da 63 anni. “Sono bracciante agricolo autodidatta, canto e scrivo quannu aiu un po’ di timpu”. L’aspetto da contadino è evidente: camicia sempre a scacchi, baffoni, lineamenti marcati e forti, colorito bruno, cozzi cotti o’ suli, scriveva Buttitta. Moffo non solo coltiva la fagiola “badda”, una specialità della zona inserita nell’elenco slow food, ma anche la passione di raccontare in musica storie di miseria e di lotte per il lavoro, di figure di capipopolo, di vittime di mafia, di donne siciliane che si sono ribellate in tempi più difficili di oggi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.