Il circolo del PD può adottare il “Giardino dei Giusti”?

Il 3 luglio scorso divulgammo un comunicato sull’assenza di decoro urbano e di cultura del bello che si chiudeva con queste parole “Il decoro urbano, il prendersi cura dei luoghi e del verde sono forme di educazione importanti per i cittadini. Questo però, l’amministrazione non lo sa.”.

Il successivo 10 luglio la giunta comunale (la successione delle date sicuramente sarà stato un caso!) approvò un regolamento per l’affidamento senza fini di lucro a soggetti pubblici e privati di spazi destinati a verde pubblico “Adotta un’aiuola o un fontana”. Il 19 luglio l’assessore Guarcello con enfasi ed entusiasmo pubblicava un post nella pagina Facebook del Comune nel quale scriveva “Successo per l’iniziativa «adotta un’aiuola o una fontana» … in pochi giorni infatti sono già state richieste ed affidate numerose aree … Ci auguriamo inoltre che sempre più cittadini possano contribuire indicando e richiedendo nuovi spazi da adottare, secondo le modalità del regolamento.”, ringraziando ed elencando le persone che fino a quel momento avevano già dato la propria disponibilità.

Il circolo del PD, dunque, stimolato dall’invito dell’assessore e memore di quanto scritto nel citato comunicato del 3 luglio, fortemente convinto di quanto affermato e coerente con la propria azione politica, ha ritenuto doveroso dare il proprio modesto contributo di partecipazione. Perciò, uniformemente con l’azione sociale tipica di un soggetto politico che nella cittadinanza attiva riassume la propria essenza e nella testimonianza la propria ragion d’essere, il circolo del PD, con questo spirito e con il particolare significato che ne ha assunto la realizzazione, ha chiesto il 22 luglio scorso di adottare il “Giardino dei Giusti”, sito nel viale Castello, e fatto dagli alunni della scuola media. Orbene, dopo dieci giorni dalla presentazione dell’istanza non abbiamo avuto nessun riscontro. Ci sembra che la solerzia e la tempestività che ci sarebbe stata nei precedenti casi non siano state adottate nell’evadere la nostra richiesta. Perciò, sorge spontanea la domanda per l’amministrazione comunale: ma c’è qualche ragione nel silenzio sulla nostra istanza (ancora in questo caso)? Non foss’altro per quelle povere piantine che con la calura di questi giorni ancor di più avrebbero bisogno di cure! Sempre che non sia già troppo tardi!

Castelbuono, 2 agosto 2019

Il Coordinamento del Circolo PD

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.