Il Comune di Castelbuono ritira la cittadinanza onoraria all’ing. Francesco Lena

Con direttiva politica prot.11024 dell?11.07.2011 il Sindaco ha invitato il Segretario Generale del Comune ad adottare i provvedimenti amministrativi necessari per revocare la cittadinanza onoraria all?Ing.Francesco Lena, rinviato a giudizio per associazione mafiosa.
Tale decisione dichiara il Sindaco, scaturisce dall?esigenza di consolidare l?impegno della comunit? di Castelbuono nel contrasto a qualsiasi fenomeno criminale sia singolo che associativo.
Il Sindaco auspica che da questa vicenda ancora una volta il nostro territorio possa uscirne pi? forte nel contrasto ai poteri criminali e consolidare un percorso virtuoso nella gestione del territorio legato ai principi dettati dalla costituzione.

6 Commenti

  1. Una notizia tanto attesa. Finalmente un’azione vera di contrasto alla criminalit? organizzata. In questo campo anche le azioni simboliche hanno un peso rilevante.

    Un bel risultato anche per i cittadini che l’hanno caldamente sollecitata, anche dalle pagine di questo blog.

  2. il nostro se non sbaglio ? uno stato garantista e una persona ? colpevole secondo la legge quando una condanna diventa definitiva quindi un rinvio a giudizio non implica ne colpevolezza ne mafiosit? , forse si poteva aspettare ancora un p?,anche se penso che questo sia l’ultimo dei problemi dell’ingegnere lena.

  3. Apprendo, con amarezza, da questo sito web, che il Sindaco Mario Cicero, con direttiva politica
    prot.11024 dell?11.07.2011 ha invitato il Segretario Generale del Comune ad
    adottare i provvedimenti amministrativi necessari per revocare la cittadinanza
    onoraria all?Ing.Francesco Lena, rinviato a giudizio per associazione
    mafiosa.
    ? trascorso pi? di un anno dall’arresto del noto imprenditore, avvenuto il
    10/06/2010, ma solo dopo l’uscita di un articolo sull’ultimo numero de L’Obiettivo, che invita il Comune a costituirsi parte civile, il Sindaco ha adottato il suddetto provvedimento, che risuta
    quindi tardivo di tredici mesi, se lo si vuole collegare al rinvio a giudizio o
    troppo affrettato se lo si vuole considerare come conseguenza di una condanna
    non ancora inflitta, sempre se l’imputato sar? ritenuto colpevole dai giudici.
    Se non erro l’Ing. Lena non ? stato ancora condannato ed il rinvio a giudizio
    non costituisce prova di colpevolezza.
    In ognuno dei due casi il provvedimento appare quindi inopportuno.
    Penso che esistano altri modi di ?…consolidare l?impegno della comunit? di
    Castelbuono nel contrasto a qualsiasi fenomeno criminale sia singolo che
    associativo? e di fare in modo che ?…ancora una volta il nostro territorio
    possa uscirne pi? forte nel contrasto ai poteri criminali e consolidare un
    percorso virtuoso nella gestione del territorio legato ai principi dettati
    dalla costituzione?. Modi pi? democratici, attendendo il giudizio definitivo
    della Magistratura e non sparando sentenze.
    In ogni caso l’articolo su L’Obilettivo? riuscito, come sempre, a solleticare “Grande
    Farfalla” (come lo apostrofa il direttore Maiorana), che non perde occasione per cercare di spiccare dei voli con le sue
    ali cadunche che invece lo trascineranno sempre pi? in basso.

  4. Caro Angelo,
    rispondo perch? mi sono espresso recentemente in un articolo su questo blog dove chiedevo al Sindaco di costituirsi parte civile, che devo rammendarti, ? cosa diversa dalla revoca di cittadinanza onoraria.
    La revoca ? gi? avvenuta ed ? stata una decisione sacrosanta. Hai ragione quando dici che Lena non ? colpevole, e che si deve attendere quantomeno la condanna in primo grado, ma ? pur vero che in via precauzionale bisogna prendere le distanze per allontanare anche il minimo sospetto; poi tutti ci auguriamo che venga assolto, ma le accuse sono troppo gravi per restare in silenzio ed attendere le lungaggini procedurali. Anche solo per una questione di immagine, di totale trasparenza. Per la costituzione di parte civile (che ? cosa ben diversa), c’? tempo fino a Settembre, quando riprender? l’udienza. Ma questa istituzione giuridica nasce proprio per essere presente nel dibattimento processuale, quale parte lesa, non avrebbe senso farlo alla fine del processo. Se l’imputato dovesse risultare colpevole al Comune verrebbe riconosciuto un risarcimento danni. Ma il valore non ? affatto economico, semmai simbolico, un fatto concreto, che manifesta la dichiarazione di estraneit? della comunit? a certi ambienti, lesivi dell’immagine di legalit? che nel tempo ha contraddistinto Castelbuono.

  5. l’opportunismo detta le regole comportamentali di molti politici.

    Con troppa facilit? si assegnano le cittadinanze onorarie ,forse per dare pi? visibilit? a chi le assegna che non a coloro cui vengono assegnate, e con altrettanta facilit? si revocano, magari dopo avere a lungo schiticchiato insieme.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.