Il consigliere Genchi sul Consiglio Comunale del 2 febbraio 2014

A seguito del Consiglio Comunale di domenica 2 febbraio, vorrei contribuire in maniera concreta alla riflessione avviata sui gravi fatti che negli ultimi giorni si sono verificati ai danni di nostri concittadini e delle loro abitazioni, attività e famiglie.
Sono convinto che per affrontare il problema non basti un “Consiglio Comunale di Solidarietà”, ma che servano proposte concrete, da dibattere in un apposito Consiglio Comunale, come queste che elenco di seguito:

– costituzione di un Nucleo di Intervento formato da rappresentanti di associazioni, di Protezione Civile, della Polizia Municipale, delle forze dell’ordine e del Comune, che abbia una regia unica per le azioni di controllo del territorio;

– l’istituzione, complementare al primo punto, di un numero di emergenza comunale (alla stregua del 155 o di altri) in maniera tale da ottenere segnalazioni immediate e ridurre i tempi di intervento (ad oggi i cittadini non hanno avuto un punto di riferimento sicuro in caso di allerta o emergenza);

– sensibilizzazione presso aziende, scuole e famiglie, di concordo con le associazioni di categoria, su salute e sicurezza, non solo nei luoghi di lavoro, per la prevenzione di incidenti;

– discussione in Consiglio Comunale sull’eventualità di detassare le imposte comunali per le imprese e le famiglie che abbiano subito danni, che rientrino in casi definiti.

Mi pare naturale considerare che il Comune non è in grado di assicurare servizi oltre la propria disponibilità, ma confido che queste proposte possano essere di stimolo per evitare di ritrovarci in futuro a discutere degli stessi problemi senza aver però lavorato per la loro prevenzione.

Il Consigliere Comunale
Giuseppe Genchi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.